Hai sempre sognato di fare radio? Ti piacerebbe entrare nel nostro gruppo? Stiamo cercando collaboratori per la nuova stagione da inserire nel nostro palinsesto... Cerchiamo Speaker & Dj da inserire sulla programmazione di Radio Fusion. Inoltre cerchiamo bloggers che vogliano contribuire alla comunicazione sui nostri siti web e le nostre pagine social, contattaci! Solo persone motivate seriamente per info Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Ogni Mattina fai colazione con noi! Il meglio dell'heavy rotation, le hit e le nostre rubriche, nella mattina di Radio Fusion ... a condurre Francesco.
In questa nuova edizione la rubrica culinaria con lo Chef Jonathan Bambagioni da Civico 19 
Ogni Mattina dal Lunedì al Venerdì in diretta dalle 06.00 alle 07.00 e dalle 10:00 alle 11.00
 
Per le vostre richieste contatto Whatsapp 3711926273 potete anche inviare i vostri audio che sentirete in onda sul GoodMorning!
 
Per le vostre Richieste pagina facebook 

 
Sono Tornati gli appuntamenti Cult di Radio Fusion dedicati alla Musica dance anni 90 e di Inizio Millennio, Fusion Millenium e Fusion 90 ... a condurre Francesco.
 
Il Fusion Millenium va in onda in Diretta ogni Mercoledì alle 21.00 mentre il Fusion 90 potete ascoltarlo ogni Venerdì sempre in prima serata.
 
Per le vostre richieste contatto Whatsapp 3711926273 potete anche inviare i vostri audio che sentirete in Radio!
 
Per le vostre Richieste pagina facebook 

Dal 4 all'8 febbraio prossimo si terrà la settantesima edizione del Festival della Canzone italiana. Sanremo 2020 sarà condotto da Amadeus, al secolo Amedeo Umberto Rita Sebastiani, già da tempo conduttore di punta della Rai che ha deciso di puntare sul suo volto dopo il ripetuto successo de I Soliti ignoti, programma di Rai1 giunto ormai alla sua 9ª edizione, ereditato nel 2012 dal compianto Fabrizio Frizzi. Una scelta dei vertici della televisione di Stato che potrebbe rivelarsi azzeccata considerando la provata esperienza musicale dello showman che prima di affermarsi sul piccolo schermo si è fatto le ossa in Radio avendo un fortunato passato da dj (negli anni '80 faceva parte della scuderia di Claudio Cecchetto) e da speaker radiofonico (da Radio Deejay a Radio Capital Music Network). In molti si chiedono se Amadeus sarà capace di tenere il palco come il suo predecessore Claudio Baglioni che lascia il Festival dopo un esordio col botto (quello del 2018) e una seconda conduzione (quella del 2019) decisamente meno fortunata, maggiormente bersagliata dalla critica (il Festival è da sempre terreno fertile per critici e detrattori) e che a livello di ascolti è stata senza dubbio meno performante (si è passati dal 52,16 al 49,18 di media Share).

Photo by unknown / CC BY 3.0

Qualche indiscrezione su come sarà il prossimo Sanremo è già trapelata e insieme a qualche interessante cambio di programmazione delle serate si è già avuto modo di fantasticare sui possibili ospiti internazionali. Nomi clamorosi in lizza che la Rai sarebbe disposta ad aggiudicarsi puntando molto su questa 70ª edizione e avendo messo a disposizione del nuovo conduttore un cospicuo budget per pagare il gettone di presenza di qualche grande nome. All'inizio si era parlato di Madonna ma la signora Ciccone negli stessi giorni del festival sarà impegnata nel suo tour internazionale e dunque l'idea è stata subito accantonata, mentre il nome di un'altra grande stella del pop made in USA già iniziava a circolare... Pare infatti che Amadeus sia riuscito a convincere Lady Gaga a presenziare sul palco dell'Ariston. Come Madonna del resto anche lei ha origini italiane e la sua presenza al Festival della musica italiana avrebbe senz'altro una forte valore evocativo. 

A prescindere dalle sue radici tricolori non c'è dubbio che la Germanotta darebbe un importante slancio agli ascolti (attirando soprattutto i telespettatori più giovani) e impreziosirebbe la kermesse avendo dalla sua milioni di dischi venduti e numerose hit, alcune delle quali molto particolari e campioni d'incassi come Poker Face, uno dei suoi pezzi forse più famosi basato sulla variante sportiva del gioco di carte più popolare e più giocato del mondo. Nel suo repertorio si annoverano altri masterpiece come Bad Romance e Born This Way (solo per citarne un paio) che sono diventati dei tormentoni e i suoi fan sperano di poter godere della sua esibizione dal vivo sul primo canale nazionale. Ad accompagnare Lady Gaga potrebbe essere invece anche un grande del cinema statunitense come Sylvester Stallone. Anche lui bandiera del grande schermo a stelle strisce con origini nel Belpaese che darebbe prestigio e non poco alla kermesse sempre che mamma Rai abbia ancora dalla sua qualche quattrino da spendere (chissà se l'accorpamento del canone Rai con la bolletta elettrica voluto dall'ultimo governo Governo Renzi non sia stato pensato proprio per permettersi certi lussi).

Photo by Peter Wetter / CC BY-SA 3.0

Tra le altre novità, confermate dallo stesso Amadeus anche nella recente ospitata da Mara Venier al salotto di Domenica in, la riduzione dei big che passano da 24 a 20, la divisione delle categorie Nuove Proposte e Big (il festival marcato Baglioni le aveva accorpate) e l'introduzione di una serata, la terza, interamente dedicata alle cover delle canzoni del passato di Sanremo che i big in gara potranno interpretare a loro gusto: in coro, da soli, con un altro interprete o con il cantante originale. Tra i possibili ospiti speciali anche Fiorello, grande amico di Amadeus e già suo collega ai tempi della radio che a detta del nuovo nocchiero del Festival avrà totale libertà sul palco.

Ormai da anni le nuove tecnologie sono entrate a scuola Insieme a tablet per i libri di testo in versione digitale e alle lavagne interattive, strumenti che potremmo chiamare istituzionali, ogni alunno e insegnante oggi utilizza internet per diversi scopi. Sempre più spesso internet è utilizzato per cercare informazioni per un compito, per approfondire alcuni argomenti, per visualizzare opere d’arte, tutorial, testi di vario genere. Ormai le vecchie enciclopedie sono state battute dalla rete, molto più al passo con i tempi. C’è però un altro ambito in cui la rete sta entrando di prepotenza, si tratta del mercato e della prassi delle lezioni private. Oggi i siti che offrono insegnanti privati per ripetizioni e doposcuola sono in costante crescita; da alcune ricerche risulta anche che il loro utilizzo da parte di alunni, genitori e insegnanti raddoppia di anno in anno.

I contorni di un annoso problema
Sono varie le situazioni in cui è necessario trovare lezioni private per i propri figli. Nel caso di studenti delle scuole primarie spesso si tratta semplicemente di ricercare qualcuno che accompagni i ragazzi durante lo svolgimento dei compiti. Per i giovani delle scuole secondarie invece molto spesso la ricerca viene fatta per uno o più insegnanti in grado di dare lezioni di riparazione. Un tempo c’erano gli esami a settembre, oggi i debiti formativi; la sostanza non cambia, chi non è riuscito nel corso dell’anno a comprendere alcuni elementi essenziali di una materia, dovrà spendere del tempo per appropriarsene in altro modo. Sotto questo punto di vista purtroppo le scuole non sono in grado di porre rimedio alle carenze di alcuni studenti. Tali carenze sono particolarmente evidenti in alcune materie, che variano a seconda della Regione che si considera. Da alcune ricerche appare infatti che in Umbria, ad esempio, sia la matematica la materia più problematica; in Sicilia invece sono numerosi gli studenti con debiti in Italiano.

Seguire le lezioni di ripetizione
Spesso il motivo di un debito formativo è correlato all’impossibilità di seguire alcune lezioni, o ad una vera e propria difficoltà di comprensione di alcuni concetti. Per il singolo studente informarsi sui libri di testo, o anche utilizzando la rete, in genere non è sufficiente a recuperare un debito formativo. Serve qualcuno che sia in grado di spiegare nuovamente gli argomenti fondamentali seguiti durante l’anno scolastico, a volte anche con metodi originali o maggiormente coinvolgenti rispetto a quelli utilizzati in classe. Per molti studenti si tratta semplicemente di accompagnarli passo passo, in modo che si concentrino sulla materia e che comprendano al meglio tutti i concetti necessari alla comprensione. Nella maggior parte dei casi le lezioni di ripetizione sono più che sufficienti a recuperare un debito formativo; anche perché in queste situazioni la lezione faccia a faccia rende lo studente più partecipe e attento alle spiegazioni.

Le lezioni online
Le lezioni di ripetizione, il doposcuola, le cosiddette lezioni private, non sono state inventate con internet, anzi. Si tratta di un metodo di studio che esiste da anni e si stima che in media le famiglie italiane spendano varie centinaia di euro ogni anno per pagare le lezioni private. Se un tempo la ricerca dell’insegnante privato avveniva più o meno attraverso il passa parola tra genitori della medesima classe, oggi le cose si svolgono utilizzando anche internet. Proprio sul web sono infatti disponibili siti completamente dedicati a questo tipo di offerte. Per altro si possono trovare in questo modo lezioni di ogni materia e argomento, non solo per studenti e ragazzi, ma anche per adulti. La scelta è molto varia e sui siti dedicati alle lezioni solitamente sono disponibili indicazioni sui titoli di studio e sulle abilitazioni di ogni singolo docente disponibile.

Come si svolgono le lezioni
Sono numerosi gli insegnati privati che offrono il proprio aiuto online, sui siti dedicati a questo tipo di argomento, per poi effettuare le lezioni in modo “tradizionale”. Quindi la rete si utilizza in questi casi esclusivamente per avere il primo contatto, o per prenotare e organizzare logisticamente le lezioni. Negli ultimi tempi però si sta diffondendo il fenomeno delle lezioni online, utilizzando sistemi di videochiamata tramite il computer. Questo permette allo studente di trovare il docente migliore, più adatto alla sua specifica situazione, anche se questi vive in un’altra città. Il contatto avviene in rete e sul web si tiene anche la singola lezione. Si eliminano così i tempi morti dovuti al trasferimento verso casa dell’allievo, da parte del docente, o dell’insegnate da parte dell’allievo a seconda dei casi. Sono moltissime le materie in cui questo metodo di insegnamento è perfettamente adatto, consentendo di seguire una lezione privata da casa anche nelle ore serali, o nella pausa pranzo, senza doversi muovere per la città.

Lezioni private per tutti
Questo nuovo metodo di incontro tra domanda e offerta amplia in modo esponenziale le varie gamme di possibilità. Ci sono adulti che cercano insegnanti di una qualsiasi lingua straniera, ma magari anche corsi di ceramica o di canto. Allo stesso modo sui medesimi siti si possono trovare docenti che propongono lezioni di ripetizione per tutte le materie delle scuole secondarie, o anche approfondimenti in vista degli esami universitari o di maturità. Stiamo quindi parlando di un panorama molto ampio; la possibilità di incontrare i propri “clienti” in rete permette a volte anche di contenere i costi delle lezioni, o di accorpare un numero minimo di allievi, per tagliare ulteriormente la spesa di ognuno.


Il calcio è uno sport mondiale, fatto di idoli e personaggi capaci di scrivere le pagine più spettacolari di questa disciplina attraverso goal impensabili, giocate uniche e momenti pieni di adrenalina. Tra i calciatori più famosi della storia, quello che all'unanimità ha rivoluzionato questo sport più di ogni altro attraverso grandi prestazioni e momenti indimenticabili, è stato l'argentino Diego Armando Maradona. Nato sotto il segno dello Scorpione in una delle zone più povere della periferia di Buenos Aires, l'argentino ha vissuto una vera e propria ascensione al firmamento delle stelle del calcio, arrivando ad essere la più brillante di tutte per una serie di ragioni. In primis, la sua capacità di arrivare in cima al mondo in occasione della vittoria del mondiale 1986 con la sua tanto amata Argentina lo ha proiettato in una dimensione unica, visto il carattere totalmente epico dell'impresa della nazionale sudamericana in quel torneo. La vittoria storica contro l'Inghilterra nei quarti di finale arrivata con il famoso goal con la mano e la serpentina più strepitosa della storia del calcio, fu il momento più decisivo e romantico quella spedizione poi diventata vincente il 29 giugno, quando fu lo stesso Maradona ad alzare al cielo la tanto agognata coppa.

Ma Maradona non è stato eccezionale solo con la maglia della sua nazionale. Sbocciato all'Argentinos Juniors e poi passato al più possente Boca, fu reclutato dal Barcellona nel 1982. A quell'epoca la squadra blaugrana non era certamente forte come adesso, ma l'argentino fu poco assistito dalla buona sorte, incappando in un'epatite e in un brutto infortunio alla caviglia. La gloria lo aspettava a Napoli, una città da sempre senza un Re, che trovò nell'argentino il condottiero viscerale atteso da tempo. La squadra partenopea, oggi una delle più attrezzate a imporsi nel campionato italiano secondo le principali scommesse della Serie A di bet365, era in quel momento solo una realtà provinciale armata da una grande passione dei suoi tifosi ma mai capace di vincere. Con l'arrivo di Maradona le cose cambiarono. Dopo una prima stagione difficile, nella quale gli azzurri evitarono di poco la retrocessione, la qualità dell'argentino iniziò a farsi sentire in campo e fuori, dove riuscì a creare una squadra vincente grazie a nuovi arrivi. La vittoria del primo Scudetto della storia del Napoli, arrivata in uno storico 10 maggio 1987, fu l'apoteosi per una città e per un calciatore ormai arrivato al momento più alto della carriera, undici mesi dopo il trionfo mondiale di Città del Messico. Da quel momento in poi il Napoli vinse solo una Coppa Italia, una Coppa UEFA, un altro titolo nazionale a una Supercoppa italiana.

L'impatto di Maradona nella realtà napoletana fu impressionante e in tutto il mondo oggi la squadra azzurra è conosciuta come quella nella quale militò il più grande astro di tutti i tempi, il calciatore la cui storia va ben oltre il calcio e trascende i confini della terra. Non sarà un mistero assoluto, ma il mito di Maradona è una storia diversa dalle altre e lo sarà sempre.

Load More

Ultime Trasmesse

www.AUTO-Doc.it

Facebook

Ascoltaci con le nostre APP

Hai uno smartphone con Sistema Android o Apple e vuoi ascoltaci? Scarica Subito le nostre app da Google Play. E' Gratis!