E' trascorsa una settimana dal momento in cui il Sindaco di Sinnai, Matteo Aledda, ha deciso di rimuovere le deleghe all'ormai Ex Assessora Laura Mereu. Ci si aspettava delle motivazioni sulla sua cacciata dalla giunta comunale, delle risposte dal sindaco, risposte che non ci sono state.

In tanti hanno chiesto maggiori lumi sulla vicenda al primo cittadino, ma purtroppo tutto tace in un silenzio omertoso che lascia tutti delusi. Eh si, c'è delusione negli elettori che hanno sostenuto questa coalizione per gli ideali di democrazia, onestà e correttezza ma ora si trovano a subire una scelta che di democratico ha ben poco.

Stranamente la vicenda ha avuto poca rilevanza sulla stampa, l'Unione Sarda ha pubblicato un articolo solo sulla versione cartacea e firmato non dal noto giornalista sempre attento ai fatti di Sinnai e Dintorni. Le altre testate? Il Nulla.

Analizzando i fatti, il 21 Aprile 2017 il decreto 89 del Sindaco rimuove le deleghe assessoriali a Laura Mereu revocando il decreto 49 del 30 Giugno 2016 nella quale veniva nominata assessora fino al 30/06/2021 (fonte). 

Il decreto 89 pubblicato sull'albo pretorio online al seguente link parla di una rimodulazione delle deleghe assessoriali per una distribuzione più armonizzata ed equilibrata andando a togliere in un primo momento la delega Eventi e Spettacolo a Mereu per assegnarla all'Assessora Atzeri, ma secondo il documento Mereu ha rifiutato l'offerta "facendo venir meno il rapporto di fiducia posto alla base della nomina ad Assessore"

In realtà pare non sia andata proprio così. 

Il 24 Aprile, il gruppo ProSinnia, divulga questo comunicato stampa:

"Facendo seguito al decreto sindacale pubblicato nell'albo pretorio venerdì 21 aprile, alla richiesta di rettifica comunicata via pec dal gruppo ProSinnia e alla relativa risposta del Sindaco di totale conferma del decreto stesso, comunichiamo e ribadiamo quanto segue. Ciò che viene indicato nel decreto sindacale non corrisponde a verità.
L'Assessore Laura Mereu non ha mai rinunciato alla proposta formulata dal Sindaco, ma ha solo espresso la necessità di un momento di riflessione con il proprio gruppo, concordando con lo stesso Sindaco le modalità e i tempi.
Quando si è presentata su appuntamento per firmare il decreto, l’Assessore si è vista recapitare dal Sindaco la sfiducia.
Appare molto strano il comportamento del Sindaco, che 24 ore prima ha giudicato l’operato dell’Assessore con un 10 e lode e la mattina successiva ne ha certificato la sfiducia. L'Assessore Mereu è stato colpito in maniera strumentale, avendo come unico obiettivo l'eliminazione dalla maggioranza del gruppo ProSinnia, che si è invece dimostrato sempre leale e corretto nei confronti della coalizione. Si precisa che ProSinnia ha contribuito in maniera determinante con 532 voti all’elezione di Aledda che adesso non si degna, né di motivare questa decisione né di convocare i gruppi, ma si affida alla pubblicazione di un atto che riporta in maniera non veritiera i fatti. In una coalizione non è obbligatorio avere sempre pareri unanimi, tuttavia correttezza politica e democrazia avrebbero voluto, da parte del Sindaco, un comportamento leale e sincero nei nostri confronti. Per quanto riguarda le deleghe, abbiamo già precisato che ProSinnia, dopo una necessaria riflessione interna, era d’accordo con la proposta del Sindaco; quindi in alcun modo si può rimandare a queste questioni la vicenda. Al di fuori di Prosinnia, ci sono altre persone che non godono di alcuna fiducia popolare che sono interessate a deleghe e soprattutto ad incarichi retribuiti ed il tempo ci darà ragione. ProSinnia 24/04/2017"

In parole povere, Mereu non ha rifiutato le deleghe rimodulate ma, semplicemente, per una scelta così importante, ha voluto prima confrontarsi con il suo gruppo politico.

Forse, alla base della mancata fiducia c'è proprio questo fatto: Mereu si confrontava con il suo gruppo prima di decidere. E (forse) non doveva farlo nemmeno quelle volte che in giunta non ha condiviso alcune proposte della maggioranza, mettendosi in una posizione leggermente scomoda. Perchè forse (e dico forse) per qualcuno, stare in maggioranza, vuol dire essere sempre favorevoli a tutto quel che la giunta propone. 

Subito dopo le elezioni, è stato apprezzato da tutti il fatto di creare una giunta con le "quote rosa". Il Vice Sindaco e tre Assessore tra cui Mereu una ragazza giovane, impegnata socialmente e ben voluta. Non vorremo addentrarci in un discorso sessista ma... forse per qualcuno le donne in politica continuano ad essere solo una scelta di "facciata".

Per ora possiamo solo fare considerazioni, perchè il Sindaco non ha dato alcuna risposta esaustiva a nessuno, si limita a parlare di pace. L'ha fatto anche al discorso in apertura del pellegrinaggio Sinnai-Bonaria. Subito dopo il comunicato di ProSinnia, ha parlato solo di pace e dell'Ulivo posizionato in piazza Sant'Isidoro. 

Chiede maggiori delucidazioni sulla vicenda il consigliere regionale Paolo Flavio Zedda, e lo fa in una lettera da semplice elettore diffusa sui social:

"Lettera di un elettore al sindaco di Sinnai

Egregio signor Sindaco,

Le scrivo per esprimere la mia preoccupazione riguardo alla vicenda che ha coinvolto la Sua giunta, sulla quale molti sinnaesi si interrogano.
Sono stato un Suo elettore e sono un Suo sostenitore, Suo e della coalizione che ha vinto le elezioni comunali e si è assunta l'onore e l'onere di amministrare la nostra cittadina, con tutte le complessità e le preoccupazioni che questo comporta.

Come sappiamo bene, guidare la comunità in un momento, diciamo, non particolarmente florido, come quello attuale, non è compito facile. Lo spirito di squadra è indispensabile perchè tutto vada a buon fine. C'è un altro fattore che, credo, aiuti tutti noi a sentirci parte attiva del progetto per Sinnai: la condivisione. Se esistono delle difficoltà, io credo che la popolazione sinnaese gradisca conoscerne i motivi e le valutazioni intorno ad una via di soluzione.

Venendo alla vicenda che ha portato alla revoca degli incarichi amministrativi alla ex assessora Laura Mereu, nonostante la mia grande stima, per l'impegno e l'onesta con cui ha onorato il suo mandato, riconosco che il sindaco ha la piena facoltà di modulare la sua squadra in base a quella che ritiene essere le esigenze del caso, e secondo la sua sensibilità. E non mi permetto di valutare le sue scelte.

Detto questo, però, mi piacerebbe (e credo a tanti sinnaesi) capire se esistono motivi formali, sostanziali o di semplice incompatibilità per i quali la fiducia è venuta meno. Mi piacerebbe sapere se il rapporto in crisi è quello con il singolo assessore, o con il raggruppamento che lo ha espresso. Mi piacerebbe conoscere la Sua valutazione intorno alla possibilità di riportare serenità alla compagine che amministra la nostra comunità.

Mi piacerebbe, ancora, che ognuno per la sua parte, disponesse di un supplemento di pazienza e di buona volontà per mantenere vivo e operativo il progetto per il quale tutti i candidati della coalizione, e Lei in prima linea, avete chiesto agli elettori di darvi fiducia, la fiducia che io e tanti altri votanti vi abbiamo accordato.
Io considero quell'atto solenne un vero e proprio contratto tra i votanti e gli eletti.

Ora, è pur vero che a volte un contratto può anche essere rescisso, ma servono motivi seri e ben definibili, c'è bisogno della verifica di certe condizioni e del il rispetto di una procedura predefinita.

A me piacerebbe, però (e questa è una mia opinione personale), che il contratto sottoscritto da eletti ed elettori mantenesse la sua validità per tutta la legislatura, e che a fine mandato fossero gli elettori stessi a decidere se rinnovarlo o no.

Questo prevedono le norme che regolano la amministrazione pubblica, e questo, a mio parere, è il corso naturale che è bene seguire. In ogni caso, a Lei l'incombenza di affrontare questa criticità, a Lei, se lo ritiene, la cortesia di ascoltare queste parole, mie ma non solo. Sperando di non essere stato importuno e inopportuno, le auguro buon lavoro e, cumenti naraus nosu: in ora bona!"

Anche in questo caso, nessuna risposta. Il sindaco non è presente nemmeno sui social, ha un profilo facebook poco attivo, si limita a condividere ogni tanto qualche link o fare copia incolla di altri post, ma assente di contenuti chiari e originali. Forse ha bisogno di un esperto in comunicazione, o forse c'è già, considerato che nel sito istituzionale qualche settimana fa è comparsa una delibera di Giunta per la ricerca di una persona preparata esperta in comunicazione per far parte dello staff del sindaco. 

E dall'albo pretorio veniamo a conoscenza di alcuni compiti affidati dal sindaco ad alcuni Consiglieri di fiducia.

I Consiglieri non sono assessori, ma possono formalmente occuparsi di determinati argomenti ed eventi per "consigliare" il Sindaco nella funzione amministrativa delle deleghe assunte ad interim. 

Al Consigliere Comunale Casula Paride è stata affidata la manifestazione sportiva "Coppa Città di Sinnai"

Alla Consigliera Serreli Alessandra sono state affidati i rapporti con le istituzioni scolastiche

Il Consigliere Atzeni Andrea si occuperà delle politiche dell'immigrazione e tutela benessere del cittadino

Al Consigliere Mallus Federico i rapporti con le frazioni

Il Consigliere Melis Saverio si occuperà di problematiche ambientali e del patrimonio naturale

Il Consigliere Pisano Marcello invece si occuperà di agricoltura.

Un modo per riequilibrare la funzione amministrativa di tutta la maggioranza. 

Ci auguriamo che con la stessa determinazione vengano fornite al prossimo consiglio comunale delle precisazioni sulla rimozione delle deleghe all'assessora Mereu, e se esistono, delle motivazioni reali che possano giustificare un comportamento che al momento non trova una spiegazione logica né lontanamente ragionevole.  

Le canzoni cui siamo abituati ad orecchiare tutti i giorni, trattato davvero tantissimi argomenti, dalla banale storia d’amore finita male fino ad argomenti più profondi come il bullismo o la violenza sulle donne. Naturalmente, tra i temi cantati dai vari artisti, attuali e passati, non si può neppure fare a meno di menzionare il gioco d’azzardo ed i casinò, che anche oggi sembrano essere citati sempre più spesso. 

Un esempio evidente che, ancora tutt’oggi, canticchiamo ascoltandola alla radio è la canzone “Poker Face” di Lady Gaga: nel brano che divenne un pezzo virale direttamente dal suo lancio, avvenuto tra la fine del 2008 e l’inizio del 2009, si parla proprio di strip poker. 

Se però desideriamo fare un salto nel passato, non si può fare a meno di menzionare un grande della musica: stiamo palando di Elvis Presley con la canzone “Viva Las Vegas”, brano che peraltro fu proprio colonna sonora dell’omonima pellicola nel 1963. Peraltro, lo stesso cantante fu anche protagonista del film! 

Rimanendo ancorati sempre al passato, non dimentichiamo neppure di citare la canzone di Kenny Rogers con “The Gambler”: nonostante il testo sia stato scritto da Don Schultz nel 1976, la sua versione del ’78 è più conosciuta tant’è vero che ottenne anche il 1° posto in classifica della musica country. Questa canzone parla di un viaggio fatto a bordo di un treno, dove lo stesso viaggiatore incontra un altro passeggero, un player, che gli regala qualche dritta sul gioco in cambio di un whisky. 

Frank Sinatra con “Luck be a lady” paragona la fortuna nel gioco ad una donna che sa essere volubile e capricciosa, passando da uomo all’altro – e quindi dalla mani di un giocatore all’altro – senza alcuna logica. 

Passando agli artisti italiani, invece, c’è il gruppo dei Modà: lo stesso Kekko, leader della band, con il brano “L’ultima mano” estratto dal disco Passione Maledetta 2.0 ha raccontato di un suo amico che, purtroppo, ora non c’è più e che attraverso questa “droga” – così definito da lui il gioco d’azzardo– si è definitivamente condannato da solo. Il cantante, quindi, racconta una realtà che a volte può rendere la nostra vita un incubo, specie quando la ludopatia ci attacca e non ci lascia fino a quando non si è completamente esauriti. 

La lista degli artisti italiani che parlano di gioco d’azzardo e di come questo può rendere dura la vita si allunga con Caparezza e Daniele Silvestri: nel videoclip di “Eroe”, lo stesso artista pugliese apre il brano con un cappio al collo legato ad un albero, per poi spostarsi direttamente ad un videopoker. Anche nella canzone di Daniele Silvestri “Monetine” si affronta il medesimo tema: nella clip musicale, difatti, vediamo subito comparire una serie di persone occupate a giocare al videopoker e slot machine ed il testo dell’artista è abbastanza diretto, visto che riferendosi alle macchinette dice “smisto monetine da gettare in fondo ad un pozzo”.

Questi sono solo alcuni dei brani che trattano proprio del gioco d’azzardo online o nelle agenzie: è sempre bene tenere a mente che quando si gioca online con il codice bonus di casino planet, bisogna non eccedere e giocare con la testa. 

L'associazione Culturale Madiba organizza "Sinnai Incontra l'Africa e il sogno di Sankara". L'incontro che vedrà la partecipazione del giornalista Silvestro Montanaro, si svolgerà 21 aprile 2017 dallle 17.00 alle 22.00 presso la Biblioteca civica di Sinnai in Piazza Municipio n. 2. Sarà l'occasione per approfondire la conoscenza della situazione del continente Africano, anche in riferimento ai passati interventi coloniali e a quelli più o meno recenti di sfruttamento delle risorse naturali, e sulle relazioni tra questo e le numerose guerre che insanguinano l'Africa, cercando di ragionare sulle possibili soluzioni per l'Africa e per il mondo, scoprendo e valutando il pensiero e l'azione di Thomas Sankara.

Questo il programma completo

17,30 proiezione documentari e filmati sull'Africa e su Thomas Sankara

18,30 conferenza/dibattito "Le grandi bugie sull'Africa"

Interventi:
- Silvestro Montanaro giornalista d'inchiesta, profondo conoscitore della situazione in Africa (vedi biografia nella pagina dell'evento)
- Kilap Gueye presidente associazione Sunugaal
- Antonello Pabis presidente associazione ASCE
presenta e coordina il dibattito Ahmadou Gadiaga presidente associazione Yakaar

Sarà allestita la mostra su Sostiene Sankara a cura dell'associazione Amanda (vedi dettagli nella pagina dell'evento)

Al termine del dibattito ci sarà un aperitivo con degustazioni e l'esibizione musicale del21  gruppo Guney Africa, che proporranno ritmi, canti e suoni africani

Anche quest'anno il Museo Civico di Sinnai organizza il laboratorio del pane.

Mercoledì 12 alle ore 17:00 impareremo come semola, lievito madre, acqua e sale si trasformano in coccoetti decorati e gustosi, su pani coccoi pintau.

In occasione della Pasqua, scopriremo insieme come i nostri antenati lavoravano il pane per imbandire le proprie tavole.

Vi aspettiamo in museo

Costo del biglietto 5€


In collaborazione con la cooperativa Il cigno, si organizzano altri due laboratori del pane:
Martedì 11 ore 9:00/11:00 @ nido di Sinnai
Giovedì 13 ore 16:00/19:00 @ casa Puggioni

Per info:
Bios, ente gestore del museo di Sinnai, via colletta 20.
335 809 1112 - 070 78 05 16
www.museocivicosinnai.it
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Anche quest'anno si rinnova l'appuntamento con il Pellegrinaggio a Piedi da Sinnai a N.S. di Bonaria proposto da l'associazione culturale il Segno in collaborazione con la Parrocchia S.Barbara. L'appuntamento è in piazza Sant'Isidoro a Sinnai il 24 Aprile 2017.

"Grandi cose ha fatto in me l'Onnipotente" (Lc 1,49)", questa è la frase scelta dal comitato promotore per i manifesti che come ogni anno vengono distribuiti in tutto il cagliaritano.

Ecco il programma completo della 31° Edizione del Pellegrinaggio Sinnai - N.S. di Bonaria 24 - 25 Aprile 2017

"Grandi cose ha fatto in me l'Onnipotente" (Lc 1,49)

24-04-2017

h 22.30: Anfiteatro Piazza S. Isidoro Sinnai 18° Happening;

h 24.00: S.Messa officiata da S.E. Mons. Pierbattista Pizzaballa, O.F.M., Arcivescovo, Amministratore Apostolico del Patriarcato latino di Gerusalemme;


25-04-2017

h 01.30: Partenza del pellegrinaggio per Cagliari;

h 04.30: Sosta presso l'Istituto Salesiano di Selargius

h 08.00: Arrivo al Santuario di Bonaria e Atto di consacrazione

COMITATO PROMOTORE PELLEGRINAGGIO - C/o Associazione Culturale Il Segno- Via Catalani 5 - 09048 Sinnai CA - Tel. 3772855446 - 338/8533554 - www.pellegrinaggiosinnaibonaria.it - Ricordiamo che si può contribuire economicamente alla realizzazione del Pellegrinaggio divenendo "soci sostenitori". L'offerta da diritto a ricevere per un anno la rivista "Il Segno", notiziario semestrale di collegamento per gli amici del Pellegrinaggio, nonchè l'occorrente per il Pellegrinaggio (libretto dei canti, rosario e flambeaux). C.C.P. N° 14939094 intestato a: ASSOCIAZIONE CULTURALE IL SEGNO - Via Catalani, 5 - 09048 SINNAI

L'8 Aprile 2017 presso l'aula consiliare del comune di Sinnai, la corale scuola civica "Città di Sinnai" presenta la 20 esima edizione della Rassegna Corale

con la partecipazione
Coro "Ad Libitum" Direttore Stefania Pineider
Coro "Nuova Armonia" Direttore Ivana Busu
Coro Jubilate Direttore Alicia Gibelli
Corale Scuola Civica "Città di Sinnai" Direttore Daniele D'Elia

25 Marzo 2002.. Radio Fusion inizia le sue trasmissioni sul Web. Internet ancora non era così diffuso, si viaggiava con il modem a 56k e si sperimentavano i primi shoutcast server in locale. Così quella sera di Marzo, spinto da una grande passione del mondo radiofonico, Matteo Rubiu avviò la prima puntata del "Music Planet" su Radio Fusion. Ad ascoltarlo pochi intimi iscritti ad un forum che allora diffondeva musica dance. Da Allora molti sono passati su Radio Fusion, qualcuno è rimasto, altri se ne sono andati ed altri ancora sono Arrivati. Speaker, Djs, o semplici ascoltatori. 

Oggi Radio Fusion è un Associazione Culturale con sede a Sinnai ma collaboratori in tutta Italia, programmi in diretta, e programmazione musicale 24h su 24h. Tramite Radio Fusion Tv inoltre promuove eventi, spettacoli, notizie e manifestazioni sul territorio che la circonda. Inoltre il sito radiofusion.it è diventato un portale di informazione con informazioni sulle uscite musicali, notizie, curiosità ed eventi.
Con gli anni è sempre più dura andare avanti, la crisi, le tasse da pagare in costante aumento (Siae ed SCF in primis), l'assenza di aiuti e riconoscimenti dalla pubblica amministrazione, ma ci siamo ancora e siamo Arrivati a 15 Anni di Trasmissioni, sperando che questo non sia l'ultimo. Nessuna web radio è riuscita a fare tanto in Italia. Con l'arrivo dei social network ci siamo adeguati, siamo diventati un portale di informazioni, con notizie inedite dalla zona che ci circonda, spesso scontrandoci per la difesa dell'informazione libera, pubblicando notizie che a volte possono risultare "scomode". Abbiamo una pagina e un gruppo facebook con oltre 10 mila "fans" che seguono giornalmente i nostri aggiornamenti. Avremo potuto aumentare il nostro bacino d'utenza e diventare una radio commerciale, con investimenti e ricavi ben diversi, ma per il momento preferiamo stare con i piedi per terra e definirci una voce nell'immenso mondo del web.

Sabato 25 Marzo 2017 ripercorreremo insieme i nostri 15 anni, manderemo "In onda" le registrazioni dei programmi, degli eventi e delle dirette andate in onda in questi lunghi anni su radiofusion.it e a partire dalle ore 15.30 saremo in diretta dallo studio 1 di Sinnai con Francesco, Marco e Matteo. 

Sito Web: http://www.radiofusion.it/

Pagina Facebook http://www.facebook.com/radiofusion
Player Flash http://www.radiofusion.it/player
Ascolto da Player http://www.radiofusion.it/listen.m3u

Load More

Ultime Trasmesse

Offerte di Lavoro in Sardegna

Offerte di Lavoro in Sardegna




Facebook


Casino.com Italy


Luck.info

Ascoltaci con le nostre APP

Hai uno smartphone con Sistema Android o Apple e vuoi ascoltaci? Scarica Subito le nostre app da Google Play. E' Gratis!