Dopo l'intervista alla baby squillo trasmessa in diretta a Domenica Live, programma condotto da Barbara D'Urso, è intervenuto il Moige, il movimento dei genitori, per presunta violazione di fascia protetta in merito a "due intollerabili episodi avvenuti nei programmi di Canale 5". 

"Stiamo procedendo a denunciare al comitato Media e Minori due intollerabili episodi avvenuti nei programmi di canale cinque condotti da Barbara D'Urso - si legge sul sito dell'associazione - uno risalente a ieri, 10 novembre, all'interno di "Domenica live" , l'altro durante "Pomeriggio Cinque" di giovedì 7 novembre. La conduttrice, attraverso servizi e collegamenti, ha spiegato con dovizia di particolari il fenomeno delle baby squillo al centro della cronaca delle ultime settimane. Senza sconti di frasi esplicite o di dettagli morbosi e volgari. Il tutto durante la fascia protetta, anzi, nel caso di giovedì, a protezione specifica, sancita dal Codice di autoregolamentazione Tv e minori, che dalle 16 alle 19, vieta, tra le altre cose, "situazioni di ambiguità tra il bene e il male che disorientino circa i punti di riferimento ed i modelli a cui tendere e situazioni di trasgressione". Così Elisabetta Scala, Vice Presidente e Responsabile Osservatorio Media Moige - Movimento Italiano Genitori, che ha ricevuto decine di segnalazioni in merito alle trasmissioni di canale cinque, attraverso il numero verde dell'Osservatorio Media 800937070.

"Denunciamo anche la violazione della Carta di Treviso, che disciplina i rapporti tra informazione e infanzia. Non si comprende il senso di tale accanimento su morbosi e sensazionalistici fatti di cronaca all'interno di programmi di intrattenimento, se non per rispondere a meri obiettivi di ascolto" - prosegue Scala. "A sottolineare i contenuti scabrosi delle varie dichiarazioni e testimonianze, con un elevato rischio di emulazione da parte del pubblico minore, gli espliciti titoli o le trascrizioni dei verbali in sovrimpressione, come "Un giorno ci siamo collegate a Backecaincontri per trovare lavoretti ed essere autonome e abbiamo visto un annuncio invitante per lavorare e guadagnare facilmente soldi", o ancora: "Io e ***siamo esigenti vogliamo molte cose: vestiti, macchine, benessere". Tutti messaggi estremamente diseducativi, come: "E' capitato che alcuni clienti, dopo averci visto e chiesto se eravamo minorenni abbiano comunque avuto il rapporto sessuale" o "Lei doveva avere i rapporti sessuali. Io le ho fatto vedere come si doveva fare su internet". "Seppure nella trasmissione domenicale ci sia stato un tentativo di dibattito con ospiti che volevano riportare l'accaduto ad un impegno educativo, a prevalere sono state le immagini e i contenuti più scioccanti e scandalosi. Chiediamo più rispetto delle leggi a tutela dei minori che guardano la tv e anche di quelli coinvolti in reati" - conclude Scala"

Traffico bloccato e lunghe code stamane sulla strada stratale 554, in direzione Cagliari, per un incidente all'altezza dello svincolo per Monserrato, poco dopo il Ponte Emanuela Loi.

L'incidente, abbastanza banale, ha visto coinvolta una Alfa Romeo 147 Jtd che si è schiantata contro il guard rail centrale. Confusione tra gli automobilisti, disorientati a causa dell'assenza di polizia stradale per regolare il traffico.

Lunghe code si sono formate a seguito dell'incidente, in un orario critico per i pendolari che ogni giorno percorrono la 554. La situazione lentamente sta tornando alla normalità con le operazioni di rimozione dell'autovettura dalla carreggiata. Le condizioni dei feriti non destano preoccupazione.

CORSO DI PROGETTAZIONE EUROPEA "EUROPM, UNA PROFESSIONE CHIAMATA EUROPA"

30 ore, 35 partecipanti. Cagliari 27-28-29 Novembre, 6 Dicembre 2013

L’associazione TDM 2000 è lieta di annunciare l’attivazione della VI edizione del Corso di 30 ore di progettazione europea “EuroPM – Una professione chiamata Europa”. Articolato in sei moduli sviluppati da esperti e professionisti di comprovata esperienza, il Corso fornirà le competenze necessarie ad intraprendere una carriera nell’ambito della progettazione europea.

Nel corso delle sessioni, che si terranno a Cagliari il 27/28/29 Novembre e 6 Dicembre, verranno trattate le tematiche più importanti correlate al settore quali reperimento di fondi, analisi dei bandi comunitari, pianificazione e gestione delle risorse. Il programma prevede inoltre dei laboratori progettuali nei quali i partecipanti, utilizzando le nozioni ricevute, svilupperanno un’idea progettuale con l’assistenza di tutor personalizzati.

Le iscrizioni termineranno a esaurimento dei posti disponibili. Per adesioni e informazioni si prega di visitare il sito internet del corso www.europm.eu. Sono previste condizioni agevolate di partecipazione per studenti universitari.

Dopo 120 giorni di ora legale, nella notte fra sabato 26 e domenica 27 ottobre torna l'ora solare: alle ore 03.00 si dovranno spostare un'ora indietro le lancette degli orologi. L'ora legale tornerà il prossimo 30 marzo 2014.
Secondo quanto rilevato da Terna, durante il periodo di ora legale, iniziato il 31 marzo 2013, grazie proprio a quell'ora quotidiana di luce in più che ha portato a posticipare l`uso della luce artificiale, l`Italia ha risparmiato complessivamente 568,2 milioni di kilowattora (613 milioni di kWh il minor consumo del 2012), un valore pari al consumo medio annuo di elettricità di 210.000 famiglie. In termini di costi, l'Italia ha risparmiato con l'ora legale 93,7 milioni di euro, considerando che per il cliente finale 1 kilowattora è costato, nel periodo in esame, in media circa 16,49 centesimi di euro al netto delle imposte. Nel 2012 il risparmio è stato pari a 102 milioni di euro poiché il costo medio di 1 kilowattora era di 16,65 centesimi di euro. Dal 2004 al 2013 il risparmio complessivo del paese è stato di circa 6 miliardi e 170 milioni di kilowattora, pari ad un valore di circa 900 milioni di euro. Il Ritorno all'ora solare fa bene non solo alle tasche ma anche all'umore, perché si dorme un'ora in più, inoltre è un toccasana anche per il cuore, al punto che la giornata di lunedì sarà quella con meno rischio di infarti dell'anno. Lo rivelano i medici internisti riuniti per il 114esimo congresso nazionale della società italiana di medicina interna (Simi), a Roma dal 26 al 28 ottobre, che alla relazione tra disturbi del sonno e malattie cardiovascolari dedicheranno una delle sessioni dell'evento. Il lunedì è infatti noto per essere il "giorno nero" per gli infarti, che proprio all'inizio della settimana hanno il picco di massima incidenza perché si sommano tre fattori di rischio determinanti per l'insorgenza di patologie cardiovascolari: il dormire meno, il dormire peggio, ossia in orari non consoni rispetto a quanto richiesto dal nostro naturale orologio biologico e lo stress caratteristico dell'inizio settimana contribuiscono all'attivazione del sistema nervoso simpatico e al rilascio di citochine pro-infiammatorie che spianano la strada all'infarto. Ma lunedì prossimo sarà un'eccezione, tanto che si stima che il numero di infarti calerà in quel giorno di circa il 10% rispetto a un generico giorno della settimana nel resto dell'anno. "Quando in primavera si passa all'ora legale, secondo recenti studi tra cui una ricerca del Karolinska Institute - ha spiegato Gino Roberto Corazza, presidente della Simi - la relativa deprivazione di sonno prima del riadattamento del nostro orologio biologico, aumenta il grado di infiammazione e lo stress ossidativo a livello dei vasi arteriosi e il sistema immunitario risponde peggio agli stimoli esterni: tutti elementi che rendono più probabile l'insorgenza di disturbi cardiovascolari acuti dopo il cambio dell'ora e soprattutto al lunedì, quando a tutto questo si aggiunge lo stress dell'inizio della settimana". Il contrario avverrà lunedì prossimo: basta dormire un po' di più grazie al fatto di aver portato indietro le lancette dell'orologio per veder rientrare il rischio-lunedì. "Molto probabilmente l'effetto protettivo è dovuto all'assenza del primo e forse più importante dei tre fattori scatenanti, la deprivazione di sonno; il vantaggio - aggiunge Corazza - non e' evidente negli anziani, probabilmente perché in questi ultimi la quantita' di sonno e' piu' costante, non piu influenzata dalla necessita' di puntare la sveglia presto al mattino, oltre al venir meno dello stress da inizio settimana. La possibilità, inoltre, di poter essere svegli e attivi sfruttando al meglio le ore meno fredde e più luminose della giornata contribuisce al maggior benessere".

Con Facebook non si scherza, non si gioca più con la privacy degli altri utenti. Il rischio è quello di finire in carcere. 

Un uomo di 44 anni di Cagliari è entrato nel profilo Facebook di un altro e per questo è stato condannato a otto mesi di reclusione con risarcimento danni.

La condanna per accesso abusivo al sistema informatico è stata inflitta dal giudice del Tribunale di Vasto Michelina Iannetta.

L’uomo aveva scoperto la password utilizzata da un 20enne vastese per accedere al proprio profilo Facebook e si era introdotto sulla bacheca. Accortosi della presenza estranea il giovane ha denunciato il fatto alla Polizia postale e al social network, affidandosi all‘avvocato Fiorenzo Cieri del foro di Vasto.

Tutto è pronto per la quarantatreesima edizione della Sagra delle Castagne e Nocciole ad Aritzo. La nota Sagra è una vera e propria fiera dei prodotti della montagna di Aritzo, conosciuta da sempre come il paese dei parchi e delle castagne. La manifestazione si svolge in due giornate, sabato 26 e domenica 27 ottobre 2013, con distribuzione di castagne, cucinate e offerte ai visitatori, degustazione di vini novelli, delle nocciole e dei dolci tipici. Durante la sagra, è possibile assistere a mostre dell’artigianato tipico locale, esposizioni di opere d’arte, spettacoli di musiche tradizionali e sfilate dei gruppi folkloristici in maschera

Questo il programma Completo:

Sabato 26 ottobre 2013

Ore 8:00 Concorso estemporaneo di pittura "Dipingi Aritzo - I Colori dell'autunno in Barbagia"

Ore 10:00 Apertura Stand dell'artigianato e agro-alimentari

Ore 10:15 Apertura mostre dell'artigianato e di pittura con esposizione delle opere del pittore Aritzese "A.Mura" - Mostra pomologica

Ore 15:00 Escursione guidata ai castagneti secolari di Geratzia (ritrovo in piazza Cimitero)

Ore 16:30 Distribuzione gratuita di caldarroste e degustazione del vino novello

Ore 17:00 Esibizione itinerante del coro polifonico "Bachis Sulis" di Aritzo

Ore 22:00 Fausto Leali in concerto

Domenica 27 Ottobre 2013

Ore 9:00 Apertura Stand dell'artigianato e agro-alimentari

Ore 10:30 Distribuzione gratuita di caldarroste e degustazione del vino novello

Ore 11:00 Sfilata ed esibizione per le vie del paese della Fanfare dei bersaglieri

Ore 12:00 Sfilata ed esibizione delle celebri maschere tradizionale sarde: Is Turcos di Ollollai, Is Cerbus di Sinnai, Is Corongiaius di Laconi, Is Mascheras de cuaddu di Neoneli, Sos Maimones di Oniferi e Sos Tumbarinos di Gavoi

Ore 14:30 Spettacolo Folkloristico "Ballos e Sonos" con Giuliano Marongiu

Ore 18:00 Spettacolo Musicale con Chiusura della Sagra e Saluti del Sindaco alle 21.00

Questo il video realizzato da Radio Fusion Tv nelle precedenti edizioni

{youtube}K7XLN5qfEZU|420|315|1{/youtube}

Questa Mattina gli automobilisti che percorrono la Strada statale 195 racc si sono ritrovati imbottigliati nel traffico per oltre 20 minuti a a causa della potatura di piante e fiori che costringe le auto a percorrere una sola corsia. La coda parte dalla strada statale 554 sino al punto dove gli operai dell'anas sono al lavoro per mettere in sicurezza la strada.
Numerosi i disagi per gli autobilisti che ogni giorno percorrono la strada per recarsi sul posto di lavoro.

La S.S. 195 Racc infatti collega l'intero traffico della la S.S. 554 e la S.S 131 a Cagliari e alla strada strada statale 195 per Macchiareddu/Pula, punti nevralgici della circolazione verso tutte le aziende del territorio.

La domanda sorge spontanea. Possibile l'Anas non possa disporre i lavori di potatura in orari di basso flusso di traffico veicolare ed evitare di esporre gli automobilisti ad una lunga ed estenuante coda?

Load More

Ultime Trasmesse

Offerte di Lavoro in Sardegna

Offerte di Lavoro in Sardegna




Facebook


Ascoltaci con le nostre APP

Hai uno smartphone con Sistema Android o Apple e vuoi ascoltaci? Scarica Subito le nostre app da Google Play. E' Gratis!