25 Marzo 2002.. Radio Fusion inizia le sue trasmissioni sul Web. Internet ancora non era così diffuso, si viaggiava con il modem a 56k e si sperimentavano i primi shoutcast server in locale. Così quella sera di Marzo, spinto da una grande passione del mondo radiofonico, Matteo Rubiu avviò la prima puntata del "Music Planet" su Radio Fusion. Ad ascoltarlo pochi intimi iscritti ad un forum che allora diffondeva musica dance. Da Allora molti sono passati su Radio Fusion, qualcuno è rimasto, altri se ne sono andati ed altri ancora sono Arrivati. Speaker, Djs, o semplici ascoltatori. 

Oggi Radio Fusion è un Associazione Culturale con sede a Sinnai ma collaboratori in tutta Italia, programmi in diretta, e programmazione musicale 24h su 24h. Tramite Radio Fusion Tv inoltre promuove eventi, spettacoli, notizie e manifestazioni sul territorio che la circonda. 

Siamo Arrivati a 11 Anni di Trasmissioni. Nessuna web radio è riuscita a fare tanto in Italia.

Domenica 24 Marzo 2013 per festeggiare Dalle ore 16.00 partiremo con le dirette nelle quali si andrà a ripercorrere tutta la storia della radio. Saremo Live dal Nuovo Studio 1 (Ancora in costruzione) di Radio Fusion a Sinnai , con tutto lo staff al completo e andremo avanti Sino a Tarda Notte.. 

Non prendete impegni quindi. Siete tutti invitati all'ascolto!!
Se volete previo preavviso potete venire a trovarci ♥

Evento Facebook http://www.facebook.com/events/360308627408011/

Sito Web: http://www.radiofusion.it/
Pagina Facebook http://www.facebook.com/radiofusion
Player Flash http://www.radiofusion.it/play.html
Ascolto da Player http://www.radiofusion.it/listen.m3u

Già in passato vi abbiamo parlato della crisi di Radio Press quando la prima radio dedicata all’informazione a Cagliari aveva ceduto una delle sue frequenze "Fm 88.7" di Cagliari a Radio Iglesias. I Problemi di Radio Press per chi segue il mondo della radiofonia locale si son notati spesso già dal 2011 quando alle interruzioni del segnale non seguivano dei tempestivi ripristini, e dalle dimissioni da direttore di Vito Biolchini sostituito poi da Paola Pilia. Gli ascoltatori non dimenticano l'interruzione delle dirette del 19 marzo 2012 con la sospensione delle dirette e una sola playlist Musicale. Ora l'Associazione della Stampa sarda lancia un appello all'editore dell'emittente radiofonica cagliaritana nata nel 1995. Da oltre Radio Press ha sospeso le trasmissioni giornalistiche e non si sa quando potrà riprenderle. I giornalisti non ricevono regolarmente lo stipendio da molti mesi. L’Assostampa sarda considera "davvero grave questa situazione perché, oltre al disagio dei colleghi, si è determinato un vuoto di informazione che impoverisce ulteriormente il ruolo del sistema delle emittenti radiofoniche isolane".
I giornalisti, per aiutare l’azienda a superare il difficile momento economico, hanno accettato la cassa integrazione, subordinata ad un piano di rilancio della programmazione sia radiofonica che on line. Ma non si hanno più notizie della pratica per ottenere la cassa integrazione e nessun progetto credibile di ripresa con il riassorbimento del personale è stato finora presentato dall’editore.
"E’ chiaro, a questo punto, che non è solo la crisi economica a determinare il declino dell’azienda - sottolineano dall'Associazione della stampa sarda - Vi è un vuoto imprenditoriale che è urgente colmare per evitare che questa importante realtà finisca colpevolmente in silenzio. L’Associazione della stampa sarda si rivolge dunque all’editore per una seria ed immediata ripresa del dialogo con i giornalisti, sempre disponibili a collaborare per consentire all’emittente di riprendere il ruolo informativo guadagnato in anni di lavoro e di impegno professionale".

Anche il sito ufficiale www.radiopress.it è totalmente offline work in progress "il sito è in fase di aggiornamento, ci scusiamo per gli eventuali disagi"

L'Anas oggi ha aperto al traffico il 2° lotto di 6,6 km che completa la variante alla strada statale 125 dallo svincolo di Capo Boi allo svincolo di Terra Mala, in provincia di Cagliari. Al taglio del nastro hanno partecipato l'Assessore ai Lavori Pubblici della Regione Autonoma della Sardegna Angela Nonnis, il Presidente della Provincia di Cagliari Angela Maria Quaquero, il Sindaco di Cagliari Massimo Zedda, il Vice Sindaco del Comune di Quartu Sant'Elena Fortunato di Cesare, il Capo Compartimento Anas per la Sardegna Oriele Fagioli, il Presidente della Todini Costruzioni Generali S.p.A. Gruppo Salini Luisa Todini e l'Amministratore Unico di Anas Pietro Ciucci. "Con l'ultimazione dei lavori - ha dichiarato l'Amministratore unico dell'Anas Pietro Ciucci - si mette direttamente in collegamento la nuova strada statale 554 "Cagliaritana", che costituisce il principale asse viario dell'area metropolitana di Cagliari, con i lotti già realizzati della nuova strada statale 125 "Orientale Sarda", per una lunghezza complessiva di circa 64 km, evitando di utilizzare la tortuosa viabilità provinciale non più sufficiente per le attuali esigenze". "La nuova opera - ha proseguito Pietro Ciucci - consente una sensibile riduzione dei tempi di percorrenza per il collegamento tra le provincie di Cagliari e dell'Ogliastra. Inoltre è eliminato il collegamento provvisorio in rotatoria (Is Canalledus) tra il 1° lotto del Tronco II e la strada provinciale 17, che era interessato, nel periodo estivo, da intenso traffico veicolare e che ha creato lunghe code, con disagi per gli utenti". Il tracciato, che interessa una zona orograficamente complessa, è interamente in nuova sede e si sviluppa nel comune di Quartu S. Elena e comprende 3 gallerie ("Marapintau", lunga 1.290 metri, "Is Istellas", lunga 212 metri e "Murtineddu", lunga 2.590 metri) e 4 viadotti ("Rio Murtaucci", lungo 357,9 metri, "Santu Lianu 1", lungo 165,9 metri, "Bacca Mandara", lungo 94 metri e "Santu Lianu 2", lungo 76 metri). Proprio nella galleria 'Murtineddu', si è svolta una imponente esercitazione - lo scorso 20 febbraio - per testare il sistema automatico di mitigazione e spegnimento incendi a schiumogeno installato, per la prima volta, in una galleria stradale italiana. "L'investimento per la realizzazione della variante - ha concluso Pietro Ciucci - ammonta a oltre 112 milioni di euro, cofinanziati dalla Regione Autonoma della Sardegna".

In occasione dell’apertura al traffico del completamento della variante alla strada statale 125, in provincia di Cagliari, l’Amministratore Unico dell’Anas Pietro Ciucci ha tracciato un bilancio dei lavori nella regione Sardegna dove l’Anas gestisce una rete stradale di 3 mila km: “il totale di investimenti complessivi a partire dal 2006, per lavori realizzati e in corso è pari a circa 2 miliardi di euro. L’importo dei lavori ultimati nello stesso periodo è stato di circa 630 milioni di euro (comprensivi del lotto aperto al traffico in data odierna). Gli investimenti in corso nella regione ammontano a oltre 1,3 miliardi di euro. I lavori programmati valgono complessivamente oltre 3 miliardi di euro”. “Nell’ambito dei lavori realizzati dal 2006 e in corso – ha proseguito Pietro Ciucci - sono compresi oltre 100 interventi di manutenzione straordinaria per un importo complessivo di 112 milioni di euro”. Tra i principali interventi, sulla strada statale 131 “Carlo Felice”, sono in corso due interventi di ammodernamento e di adeguamento tra i km 23 e 41. Il primo intervento tra il km 23 e il km 31 ha un importo complessivo lavori di 35 milioni di euro e l’ultimazione è prevista per febbraio 2014. Il secondo tratto, tra i km 32 e 41, comporta un investimento di 53 milioni di euro e l’ultimazione è prevista per il mese di agosto. Sulla strada statale 291 “della Nurra” proseguono i lavori di costruzione bivio Olmedo-Alghero-Aeroporto di Fertilia, secondo e terzo lotto. Il secondo lotto, tratto Rudas-Olmedo, ha un importo complessivo di oltre 35 milioni di euro e riguarda 5 km di strada. L’ultimazione è prevista per il mese di agosto. Il terzo lotto, cioè il tratto tra la strada statale 291 e Olmedo, ha un importo di oltre 37 milioni di euro. La conclusione dei lavori di questo lotto è prevista per il prossimo mese di aprile. Sulla strada statale 195 “Sulcitana” nel tratto tra Cagliari e Pula sono stati avviati, nell’ambito di un unico intervento, i lavori del primo e del terzo lotto per complessivi 17 km. L’investimento di quest’opera è pari a 163 milioni di euro e la sua conclusione è stimata per agosto 2017. Il nuovo collegamento tra Sassari e Olbia si sviluppa per complessivi 80 km circa ed è un adeguamento a 4 corsie della rete esistente costituita dalle Strade Statali 199 e 597. “Questo itinerario – ha affermato l’Amministratore Unico dell’Anas - rappresenterà la principale arteria di collegamento est-ovest del Nord della Sardegna”. L’opera è stata complessivamente finanziata per 930 milioni con la delibera Cipe 62/2011 denominata “Piano Sud”. Il tracciato è suddiviso in 11 lotti, di cui 2 interventi sono in corso, 6 interventi, già aggiudicati, sono in fase di progettazione esecutiva con prossimo avvio dei lavori e 3 interventi sono in fase di gara, tra i quali il lotto 3 già aggiudicato in via provvisoria. I lavori in corso sono relativi all’adeguamento tra Olbia e lo svincolo con la strada statale 131 (lotto 9), per un totale complessivo di oltre 37 milioni di euro e un’ultimazione prevista per giugno 2014 e all’adeguamento del ponte sul Rio Padrongianus per un importo di 3 milioni di euro con conclusione stabilita per il prossimo mese di giugno. Gli interventi di imminente avvio sono 6 per un totale di circa 43 km e un investimento di oltre 444 milioni di euro: il lotto zero, per un investimento di 50 milioni di euro; il lotto primo per un totale di 77 milioni di euro; il lotto 8, per un totale di 90 milioni di euro il lotto 7 per un investimento di 94 milioni di euro; il lotto 5 per un investimento di 60 milioni di euro e il lotto 6 per un investimento di 73 milioni di euro. Gli interventi in fase di attivazione sono tre e riguardano: il lotto 3, per 174 milioni di euro; il lotto 4, per 116 milioni di euro e, infine, il lotto 2, per 152 milioni di euro. Tra le principali opere programmate occorre indicare, sulla strada statale 554 “Cagliaritana” gli adeguamenti del lotto primo e secondo, finanziati attraverso il Piano Sud, per un investimento di 268 milioni di euro; sulla strada statale 127 “Settentrionale Sarda” è programmato l’intervento nel tronco tra Tempio e Sassari, lotto primo, stralcio secondo per 71 milioni di euro; sulla strada statale 125 “Orientale Sarda” sono in programma i lavori che riguardano il quarto lotto, secondo stralcio sul tronco Tertenia-Tortolì per 33 milioni di euro e il primo lotto, primo stralcio sul tronco Tertenia San-Priamo, per un importo di 58 milioni di euro (per il secondo stralcio è in corso la progettazione preliminare). Nell’ambito dei principali interventi programmati in base alla legge obiettivo vanno ricordati, infine, sulla strada statale 131 “Carlo Felice” i lavori del tratto Macomer-Sassari, tra il km 146,800 e il km 209,482 del valore di oltre 1 miliardo di euro; sulla stessa strada sono in programma anche i lavori di ammodernamento del tronco tra Cagliari e Oristano, tratto Uras-Macomer, vari lotti. Si ricorda, in particolare, il lotto 5, dal km 108,300 al km 119,500 per un investimento di 270 milioni di euro, il lotto 8, dal km 138,550 al km 146,800 per 340 milioni di euro, il lotto 6, per 105 milioni di euro ed il lotto 7 per 100 milioni di euro. “Dal 2006 – ha concluso Pietro Ciucci – l’Anas ha realizzato oltre 80 km di nuove strade in Sardegna, dei quali la metà con due corsie per senso di marcia, a dimostrazione che l’ammodernamento della rete infrastrutturale è divenuto una priorità, non solo per rompere l’isolamento di zone interne all’isola, ma soprattutto per consentire una agevole e sicura circolazione sia del traffico commerciale che di quello automobilistico”.

Cagliari, 20 marzo 2013

Mercoledì 20 marzo 2013 alle ore 11.00 apre al traffico la Variante alla strada statale 125 “Orientale Sarda” dallo svincolo di Capo Boi allo svincolo di Terra Mala (2° lotto, tronco II).

L’appuntamento sarà presso l’imbocco nord della galleria “Murtineddu” sulla nuova SS 125var, con ingresso in corrispondenza dello svincolo di Santu Lianu sulla SS 554bis al 7,8 nel comune di Quartu Sant’Elena (Cagliari).
Saranno presenti: il Presidente della Regione Autonoma della Sardegna Ugo Cappellacci, il Presidente della Provincia di Cagliari Angela Maria Quaquero, il Sindaco di Cagliari Massimo Zedda, il Vice Sindaco del Comune di Quartu Sant’Elena Fortunato di Cesare, il Capo Compartimento Anas per la Sardegna Oriele Fagioli, il Presidente della Todini Costruzioni Generali SpA Luisa Todini e l’Amministratore Unico di Anas Pietro Ciucci.

Benedizione S.E. Rev.ma Mons. Pier Giuliano Tiddia - Arcivescovo Emerito della Diocesi di Oristano
L’intervento riguarda i lavori per la realizzazione del 2° lotto della variante alla strada statale 125 "Orientale Sarda", e consente il completamento del Tronco II, costituito da due lotti, compreso tra lo svincolo di Terra Mala e lo svincolo di Villasimius/Capo Boi. Il lotto in oggetto ha una lunghezza di 6,6 km (incluse le rampe dello svincolo) e si sviluppa, da sud verso nord, dal km 6,000 del 1° lotto, fino al km 0,000, ove si diramano le rampe che collegano l’arteria alla strada statale 554 bis, nello svincolo di Santu Lianu.
Il tracciato è interamente in nuova sede e si sviluppa nel Comune di Quartu Sant’Elena (CA). L’intervento è inserito nel piano pluriennale della Viabilità del 2003-2012, nel Contratto di Programma 2003-2005, nel II° Atto Integrativo all’Accordo di Programma Quadro Viabilità del 14 dicembre 2006 e fa parte dell’Elenco delle Opere Infrastrutturali di nuova realizzazione 2007-2011.

L’investimento per la realizzazione dell’opera, oggetto dell’apertura al traffico, è di 112,6 milioni di euro circa (in parte cofinanziati dalla Regione Autonoma della Sardegna)

L’ultimazione dei lavori relativi al 2° lotto consentirà di collegare direttamente la nuova strada statale 554 “Cagliaritana”, che costituisce il principale asse viario dell’area metropolitana di Cagliari, con i lotti già realizzati della nuova strada statale 125 “Orientale Sarda”, per una lunghezza complessiva di circa 64 km, evitando di utilizzare la tortuosa viabilità provinciale non più sufficiente per le attuali esigenze. Inoltre, permetterà l’eliminazione dell’attuale collegamento provvisorio in rotatoria (Is Canalledus) tra il 1° lotto del Tronco II e la strada provinciale 17, il quale è interessato, nel periodo estivo, da un intenso traffico veicolare che crea lunghe code,
con disagi per gli utenti. Con l’apertura al traffico del lotto in oggetto, gli utenti potranno avere una sensibile riduzione dei tempi di percorrenza con il collegamento tra le provincie di Cagliari e dell’Ogliastra.

www.stradeanas.it - www.lestradedellinformazione.it

BERANU ASSEMINESU, rete di cittadini impegnati nella promozione dell’analisi e del dibattito intorno alle problematiche sociali, culturali ed economiche del territorio, dopo il successo dei primi due eventi (Commemorazione dei patrioti di Palabanda e Atòbiu Indipendentista), propone ora una iniziativa che promette di catalizzare l’attenzione della cittadinanza, dei Comitati interessati alle questioni ambientali, degli esperti.

L’idea è nata dopo la divulgazione degli studi riguardanti il rischio elevato di manifestazioni leucemiche nella zona del distretto di Cagliari ovest

(Sarroch, Pula, Assemini). Il risultato fa accapponare la pelle: il rischio è quasi triplo rispetto a quanto sarebbe lecito attendersi.

Tali studi sono stati pubblicati dal dott. Pierluigi Cocco e pubblicati su “Epidemiologia e Prevenzione” nell'articolo “lezioni della sindrome di Quirra? Epidemiologia? No Grazie”

L'obbiettivo di Beranu Asseminesu, con l’aiuto degli esperti, è quello di informare la cittadinanza intorno a queste problematiche.  Ma anche quello di focalizzare le ulteriori possibilità che offre il territorio, una volta che fosse valorizzato da investimenti mirati allo studio ed all’applicazione di modelli di sviluppo alternativi a quelli della chimica pesante.
D’eccezione sono infatti i quattro relatori scelti da Beranu per l’incontro/dibattito previsto per il prossimo venerdì 15, alle ore 17,30 presso la sala convegni dell’Hotel Grillo, via  Carmine 132 ad Assemini, dal titolo SARDEGNA, BELLA DA MORIRE - Ambiente: rischi e opportunità per Assemini.
Al microfono si alterneranno Claudia Zuncheddu, Consigliera Regionale indipendentista di SardignaLibera e il Prof. Vincenzo Migaleddu Presidente dell’ISDE (Medici per l’ambiente), entrambi da tempo in prima linea nella denuncia dei rischi che corre il nostro ambiente. Ma c’è spazio anche per le opportunità che l’ambiente offre. Il giornalista sportivo Vittorio Sanna, precedendo al microfono Giovanni Casula, Esperto in politiche comunitarie e opportunità per le realtà locali, condividerà insieme a lui un punto di vista propositivo sul tema.
L’attenzione di Beranu Asseminesu, già si proietta verso le iniziative future, che toccheranno altri temi riguardanti il territorio, analizzati attraverso ottiche di volta in volta sociali, economiche, culturali.

Evento Facebook - SARDEGNA, "BELLA DA MORIRE". Ambiente: rischi e opportunità per Assemini

“Il dono e la pretesa – Dinamiche e distorsioni nelle relazioni affettive” è il tema del Convegno che si terrà a Cagliari venerdì 15 Marzo 2013 con inizio alle ore 17,30 all’Hotel Mediterraneo (viale Colombo) a cura del Centro Antiviolenza dell’Associazione Donne al Traguardo Onlus. I relatori cercheranno di mettere a fuoco le dinamiche, positive e negative, che governano le relazioni affettive e che conducono, frequentemente, a distorsioni che vanno dalla semplice violazione della privacy a veri e propri atti di violenza configurabili sotto il profilo penale.

Dopo le relazioni di Silvana Migoni (“Lo spazio del dono e la dinamica del possesso”) e Paolo Follesa (“La dimensione psichica e sociale della carezza”), Michela Tarica e Anna Maria Dessì illustreranno i dati dell’attività 2012 del Centro Antiviolenza. Seguirà l’intervento di Valeria Cocco e Maria Rosa Manca per riproporre il percorso della mostra Profumo di donna imperniata sui percorsi di vita e sull’uscita da situazioni di violenza. Claudia Piras, infine, affronterà alcuni aspetti relativi alla prevenzione sotto il profilo legale.

Condurrà i lavori il giornalista Sergio Nuvoli.

Venerdì 15 Marzo 2013 ore 17,30 Hotel Mediterraneo a Cagliari a cura del Centro Antiviolenza dell’Associazione Donne al Traguardo Onlus

Tragico incidente stradale sulla statale 125, al bivio per Castiadas a circa due chilometri dalla galleria Santa Barbara. Nello scontro frontale fra un'auto e un furgone sono morte quattro persone: una donna con i suoi due figlioletti e il cugino che era alla guida dell'auto.

Al volante dell'auto, una Volkswagen Polo che procedeva verso Cagliari, era Davide Luca Prota, trentanove anni, di Alghero ma residente a Sassari. Al suo fianco la cugina Sara Pisano di 46 anni, anche lei di Sassari. Sul sedile posteriore i due figlioletti della Pisano, due gemellini di quattro mesi.

Non si hanno ancora particolari sulle cause dell'incidente. Di sicuro, la pioggia che sta tormentando la zona dalla scorsa notte, ha reso particolarmente scivoloso l'asfalto della strada e precaria anche la visibilità. Forse uno dei mezzi, in fase di sorpasso, ha invaso la corsia opposta provocando la tragedia. Sul luogo della tragedia sono intervenuti un'équipe del 118, i Vigili del fuoco e gli agenti della Polstrada di Cagliari, ma i soccorritori non hanno potuto fare nulla per i quattro occupanti dei veicoli. Uno dei bambini è stato estratto ancora vivo dalle lamiere ed è stato trasportato in ospedale. Ma è morto durante il trasferimento.

Autista e passeggero del furgone Fiat della "Janas Trasporti" hanno riportato ferite non gravi ma sono in stato di choc.

La Statale 125 è stata chiusa al traffico dal km. 15 e i veicoli in transito sono stati deviati verso la litoranea che collega Cagliari a Villasimius

L'incidente è avvenuto intorno alle 12.10 sulla nuova statale 125 nel comune di Castiadas, a una ventina di chilometri da Cagliari. Nell'incidente sono rimasti feriti in modo lieve l'autista e il passeggero del furgoncino Iveco scontratosi con la Polo su cui viaggiavano le vittime. Al momento dello scontro diluviava: l'asfalto viscido e la scarsa visibilità potrebbero essere stati la causa dell'impatto tra i due mezzi. Lo schianto è avvenuto al bivio per Solanas nei pressi della galleria Santa Barbara, nel territorio comunale di Castiadias. Sul posto sono intervenuti gli agenti della Polstrada di Cagliari, i vigili del fuoco e il personale del 118, ma i soccorritori non hanno potuto fare nulla per i quattro occupanti dei veicoli. Uno dei bambini è stato estratto ancora vivo dalle lamiere ed è stato trasportato in ospedale. Ma è morto durante il trasferimento. (US / AnsaWeb)

Load More

Ultime Trasmesse

Facebook

Ascoltaci con le nostre APP

Hai uno smartphone con Sistema Android o Apple e vuoi ascoltaci? Scarica Subito le nostre app da Google Play. E' Gratis!