L'associazione Culturale Madiba organizza "Sinnai Incontra l'Africa e il sogno di Sankara". L'incontro che vedrà la partecipazione del giornalista Silvestro Montanaro, si svolgerà 21 aprile 2017 dallle 17.00 alle 22.00 presso la Biblioteca civica di Sinnai in Piazza Municipio n. 2. Sarà l'occasione per approfondire la conoscenza della situazione del continente Africano, anche in riferimento ai passati interventi coloniali e a quelli più o meno recenti di sfruttamento delle risorse naturali, e sulle relazioni tra questo e le numerose guerre che insanguinano l'Africa, cercando di ragionare sulle possibili soluzioni per l'Africa e per il mondo, scoprendo e valutando il pensiero e l'azione di Thomas Sankara.

Questo il programma completo

17,30 proiezione documentari e filmati sull'Africa e su Thomas Sankara

18,30 conferenza/dibattito "Le grandi bugie sull'Africa"

Interventi:
- Silvestro Montanaro giornalista d'inchiesta, profondo conoscitore della situazione in Africa (vedi biografia nella pagina dell'evento)
- Kilap Gueye presidente associazione Sunugaal
- Antonello Pabis presidente associazione ASCE
presenta e coordina il dibattito Ahmadou Gadiaga presidente associazione Yakaar

Sarà allestita la mostra su Sostiene Sankara a cura dell'associazione Amanda (vedi dettagli nella pagina dell'evento)

Al termine del dibattito ci sarà un aperitivo con degustazioni e l'esibizione musicale del21  gruppo Guney Africa, che proporranno ritmi, canti e suoni africani

Anche quest'anno il Museo Civico di Sinnai organizza il laboratorio del pane.

Mercoledì 12 alle ore 17:00 impareremo come semola, lievito madre, acqua e sale si trasformano in coccoetti decorati e gustosi, su pani coccoi pintau.

In occasione della Pasqua, scopriremo insieme come i nostri antenati lavoravano il pane per imbandire le proprie tavole.

Vi aspettiamo in museo

Costo del biglietto 5€


In collaborazione con la cooperativa Il cigno, si organizzano altri due laboratori del pane:
Martedì 11 ore 9:00/11:00 @ nido di Sinnai
Giovedì 13 ore 16:00/19:00 @ casa Puggioni

Per info:
Bios, ente gestore del museo di Sinnai, via colletta 20.
335 809 1112 - 070 78 05 16
www.museocivicosinnai.it
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Anche quest'anno si rinnova l'appuntamento con il Pellegrinaggio a Piedi da Sinnai a N.S. di Bonaria proposto da l'associazione culturale il Segno in collaborazione con la Parrocchia S.Barbara. L'appuntamento è in piazza Sant'Isidoro a Sinnai il 24 Aprile 2017.

"Grandi cose ha fatto in me l'Onnipotente" (Lc 1,49)", questa è la frase scelta dal comitato promotore per i manifesti che come ogni anno vengono distribuiti in tutto il cagliaritano.

Ecco il programma completo della 31° Edizione del Pellegrinaggio Sinnai - N.S. di Bonaria 24 - 25 Aprile 2017

"Grandi cose ha fatto in me l'Onnipotente" (Lc 1,49)

24-04-2017

h 22.30: Anfiteatro Piazza S. Isidoro Sinnai 18° Happening;

h 24.00: S.Messa officiata da S.E. Mons. Pierbattista Pizzaballa, O.F.M., Arcivescovo, Amministratore Apostolico del Patriarcato latino di Gerusalemme;


25-04-2017

h 01.30: Partenza del pellegrinaggio per Cagliari;

h 04.30: Sosta presso l'Istituto Salesiano di Selargius

h 08.00: Arrivo al Santuario di Bonaria e Atto di consacrazione

COMITATO PROMOTORE PELLEGRINAGGIO - C/o Associazione Culturale Il Segno- Via Catalani 5 - 09048 Sinnai CA - Tel. 3772855446 - 338/8533554 - www.pellegrinaggiosinnaibonaria.it - Ricordiamo che si può contribuire economicamente alla realizzazione del Pellegrinaggio divenendo "soci sostenitori". L'offerta da diritto a ricevere per un anno la rivista "Il Segno", notiziario semestrale di collegamento per gli amici del Pellegrinaggio, nonchè l'occorrente per il Pellegrinaggio (libretto dei canti, rosario e flambeaux). C.C.P. N° 14939094 intestato a: ASSOCIAZIONE CULTURALE IL SEGNO - Via Catalani, 5 - 09048 SINNAI

L'8 Aprile 2017 presso l'aula consiliare del comune di Sinnai, la corale scuola civica "Città di Sinnai" presenta la 20 esima edizione della Rassegna Corale

con la partecipazione
Coro "Ad Libitum" Direttore Stefania Pineider
Coro "Nuova Armonia" Direttore Ivana Busu
Coro Jubilate Direttore Alicia Gibelli
Corale Scuola Civica "Città di Sinnai" Direttore Daniele D'Elia

25 Marzo 2002.. Radio Fusion inizia le sue trasmissioni sul Web. Internet ancora non era così diffuso, si viaggiava con il modem a 56k e si sperimentavano i primi shoutcast server in locale. Così quella sera di Marzo, spinto da una grande passione del mondo radiofonico, Matteo Rubiu avviò la prima puntata del "Music Planet" su Radio Fusion. Ad ascoltarlo pochi intimi iscritti ad un forum che allora diffondeva musica dance. Da Allora molti sono passati su Radio Fusion, qualcuno è rimasto, altri se ne sono andati ed altri ancora sono Arrivati. Speaker, Djs, o semplici ascoltatori. 

Oggi Radio Fusion è un Associazione Culturale con sede a Sinnai ma collaboratori in tutta Italia, programmi in diretta, e programmazione musicale 24h su 24h. Tramite Radio Fusion Tv inoltre promuove eventi, spettacoli, notizie e manifestazioni sul territorio che la circonda. Inoltre il sito radiofusion.it è diventato un portale di informazione con informazioni sulle uscite musicali, notizie, curiosità ed eventi.
Con gli anni è sempre più dura andare avanti, la crisi, le tasse da pagare in costante aumento (Siae ed SCF in primis), l'assenza di aiuti e riconoscimenti dalla pubblica amministrazione, ma ci siamo ancora e siamo Arrivati a 15 Anni di Trasmissioni, sperando che questo non sia l'ultimo. Nessuna web radio è riuscita a fare tanto in Italia. Con l'arrivo dei social network ci siamo adeguati, siamo diventati un portale di informazioni, con notizie inedite dalla zona che ci circonda, spesso scontrandoci per la difesa dell'informazione libera, pubblicando notizie che a volte possono risultare "scomode". Abbiamo una pagina e un gruppo facebook con oltre 10 mila "fans" che seguono giornalmente i nostri aggiornamenti. Avremo potuto aumentare il nostro bacino d'utenza e diventare una radio commerciale, con investimenti e ricavi ben diversi, ma per il momento preferiamo stare con i piedi per terra e definirci una voce nell'immenso mondo del web.

Sabato 25 Marzo 2017 ripercorreremo insieme i nostri 15 anni, manderemo "In onda" le registrazioni dei programmi, degli eventi e delle dirette andate in onda in questi lunghi anni su radiofusion.it e a partire dalle ore 15.30 saremo in diretta dallo studio 1 di Sinnai con Francesco, Marco e Matteo. 

Sito Web: http://www.radiofusion.it/

Pagina Facebook http://www.facebook.com/radiofusion
Player Flash http://www.radiofusion.it/player
Ascolto da Player http://www.radiofusion.it/listen.m3u

E' attiva da oltre tre anni a Sinnai presso la sede dell'Avis in via San Nicolò, la raccolta dei tappi di plastica.

La raccolta dei tappi di plastica, che già a Sinnai veniva fatta da diversi gruppi di persone che poi portavano i tappi ad altre associazioni, si è sempre più ramificata, giungendo finalmente all'Associazione Comunale Avis Sinnai. Vi chiederete perchè proprio i tappi? che valore hanno?
I tappi sono fatti di un materiale particolare (polietilene - Pe) diverso da quello delle comuni bottiglie. Normalmente nelle operazioni di riciclaggio gli impianti non separano i tappi dalle rispettive bottiglie ma li fondono insieme. Così facendo si finisce per produrre un maggiore inquinamento. Bisogna poi sapere che anche l’utilizzo dei materiali è diverso: le bottiglie vengono utilizzate per produrre “tessuti non tessuti”, come il pile (ottenuto combinando plastica e lana), mentre i tappi riciclati sono adatti a produrre vasi per i fiori, cassette per la frutta, sedie da giardino ecc..
I tappi di plastica raccolti separatamente hanno, quindi, un loro valore specifico. Inoltre la raccolta differenziata contribuisce a ridurre l’inquinamento ambientale. Oggetto della raccolta sono tutti i tappi di plastica. Non solo quelli delle bottiglie, ma anche quelli dei detersivi, dei barattoli (ad esempio la Nutella), i contenitori dei rullini fotografici o gli ovetti Kinder. Tutti possono raccogliere i tappi di plastica: dai bambini agli anziani, dai gestori di bar e ristoranti ai lavoratori presso le mense aziendali o nelle loro famiglie.
L'AVIS di Sinnai poi avrà modo modo di riciclarli seriamente, e di monetizzarli vendendoli ad una ditta specializzata per acquistare, con il ricavato, presidi sanitari per disabili e per la popolazione che ne avesse bisogno. E' possibile portare i tappi nella sede comunale dell'Avis in Via San Nicolò 4 a Sinnai, nei giorni di mercoledì e sabato, dalle ore 17.30 alle 19.30

Po cali scopu signora* / As costituiu s’amori / cun dus ominis suspettus / Funt cosa chi no staint / A su mancu fessint bonus / Ca cun Sarbodoricu Serra / Ddis emus a nai coru miu / Ma faint tropu disfortuna. / Rima / De certus donus chi faint onori / Oi biu una terra possessora.

La foto che vedete risale al '800 e ritrae (l'uomo sulla destra con la pipa) uno dei più grandi poeti del campidano: Raffaele Murgia noto Allicu 'e Seui. Nato a Sinnai nel 1851 Allicu è stato uno dei più grandi poeti improvvisatori "Cantadoris" del periodo a cavallo tra l'800 e il 900. Si è spento a Cagliari nel 1917 ma il suo ricordo rimane ancora vivo. Per non dimenticare questo grande artista, proponiamo un articolo in lingua Sarda scritto da Giovanni Cadeddu per il periodico "Questa Sinnai" nel 1995.

Po Regordai Alliccu Seui - Raffieli Murgia - 

"E' Nasciu in Sinnai su 1851, Fillu de Giuanni  Murgia e de Arrita Origa. Giuanni Murgia puru, fiat nasciu in Sinnia, de babbu seulesu e po cussu is sinniesus ddi naranta Giuanni de Seulu. Comenti siant arribaus in Sinnia e in is ateras biddas a ddu zerriai cun su nomini de Seui est facili a du cumprendiri su passaggiu: Seulo est diventau Seui, forzis poitta fiat prus facili e sonat mellus sa pronunzia. Su babbu Giuanni de Seulo, dd'hiat mandau a iscola e fiat arrenesciu a fai sa terza elementari: a i cussu tempus fiat una grandu sorti arribai a fai tres annus de scola e poi sa terza elementari de inzandu, baliat prus de sa terza media di hoi. Issu cun custu piticu studiu fiat lompiu a si fai una certa cultura chi ddi permittiat de si esprimiri cun d'una nodia eleganzia e genitlesa. Fiat unu segnori, Si scidi chi fiat un "autodidatta" poitta segundu cantu riferiat sa genti de su tempus suu em spezialmenti cantu demostrant is operas suas, issu fiat meda eleganti e dilicau. S'impleu suu, fiat s'arti de su sabateri chi hiat imparau de pitica edadi e po totu da vida dd'hat sighiu e de cussu traballu, har pesau sa familia chi fiat bastanti manna. Si fiat sposau duas bortas, sa primu mulleri si narada Bellanna Cinus de Fluminimaggiori. De cussa coja, fiat nasciu unu fillu: Giuannicu. Sa segundu melleri fiat sinniesa, netta de su famosu Sarbadoricu Serra e di naranta Mariannica Serra e de issa, hiat tentu ottu fillus: cincu mascus e tres feminas. Antonicu, Lazzarinu, Petrinu, Lillucu, Guglielmu, Battistina, Virginia e Giulia. Su fillu piticu Giuglielmu est diventau preziau maistu de musica e nodiu direttori de banda e de corus. In Sinnia hat lassau grandu fama de poeta e cantadori de talentu, ancora hoi est regordau e portau a nomini po s'estru aici nodiu, chi issu hat coltivau in totu su cursu de sa vida sua. Fiat maistu acclamau e venerau, no solu de is appassionaus, ma ancora de is aterus cantadoris, tanti chi medas si onoranta de cantai cun issu e, prus che totu, de ddu tenni coment' e maistu. A su donu de cantadori geniali si accumpangiada s'eleganzia e sa megestadi de sa persona sua, cun sa grazia e i s'armonia de sa boxi sonora, chi arricchiat su cantu suu e ddu rendiat aici attraenti chi sa genti, piticus e mannus, curriat cun gosu e prexeri po ddu intendi no si arrosciat de ddu ascultai. Teniat una boxi baritonali e candu agatada sa cuncordia giusta, fiat propriu una delizia a dd'intendi. Cicitu Farci de Casteddu si gloriada de d'essiri tentu a maistu e candu ddu regordada si cummoviat e ddu nomenada cun venerazioni. Efisinu Loni puru ddu riconosciat poeta e cantadori mannu cummenti Felicinu Pisu de Settimu. Aterus chi dd'hant sempiri ammirau e sighiu funti: Francischinu Lai, Sitzia, Muddia, Murru, Marini, Cambarau, Liga, Maxia Luiginu, Serra Arrulareddu, Piras pasquali, Battista Dessì, Caredda e Vitali Murgia, Ceserinu Coccu, e naturalmenti cus is prus antigus, hat accuttu a cantai cun is Pillais, Sarbadori Serra e Pilleri. Fiat allievu de Sarbadori Serra de Sinnia, de issu fiar puru nebodi de parti de sa segundu mulleri chi ddi naranta Marianicca Serra. In su 1883 a Quartu, hiat improvvisau custu mutettu, a sa fini de sa carriera sua, essendi giai avanzau in is annus, donendi sa consigna a su giovunu Alliccu Murgia: Rima: Tui Murgia, atura a su postu miu / Ca deu na pensu prus de dd'occupai / Allicu sustenni s'imperu miu / cumenti dd'hapu sustenniu deu. De Candu fiat su principiu de sa carriera sua, hiat issu demostrau cantu fessit de appreziai su stili e i sa poesia chi cun tantu vernia issu renesciat a improvvisai. Cumponiat e cantada cun grandu prexieri e gosu de is ascultantis. Parit chi habiat cumpostu prus de centu canzonis. E is mutettus no si contat: si creit chi ndappat improvvisau prus de cinquantamila muttetus. Hat icumenzau a cantai de candu teniat sex' annus. Fiat brillanti candu cantada e amada prus che aturu sa lirica, ma in certas circustanzias, usat puru sa satira. Totu su patrimoniu de is operas suas s'est perdiu, sunti aturadas pagus canzonis e is metettus de is garas chi sunti stadas stampadas. 

Il testo è stato estratto dalla redazione facendo riferimento alla relazione dell'autore al convegno de "Su bentu Estu" del 15 dicembre 1995 a Sinnai.

Load More

Ultime Trasmesse

Offerte di Lavoro in Sardegna

Offerte di Lavoro in Sardegna




Facebook


Ascoltaci con le nostre APP

Hai uno smartphone con Sistema Android o Apple e vuoi ascoltaci? Scarica Subito le nostre app da Google Play. E' Gratis!