Sai chi sono gli installatori d'antifurti certificati?

Le certificazioni attualmente valide per installatori antifurti

Attualmente la legge obbliga gli installatori di antifurti a fornire certificazioni di vario tipo sul sistema di allarme quali IMQ che sono fornite dal costruttore e non riguardano l'installazione. Per quel che riguarda il montaggio e il collaudo infatti non è necessaria alcuna certificazione ma vi sono numerose aziende che ne propongono di private fornendo corsi di formazione e procedure assumendosi inoltre le responsabilità di eventuali guasti o problemi.

Queste certificazioni invogliano il cliente a scegliere l'installatore che le possiede non solo per una semplice questione di valore affidato ad un pezzo di carta ma per la reale garanzia che si ha nel non far montare la propria allarme ad un perfetto incompetente. Non solo si ha la possibilità di avere un antifurto più efficace e sicuro ma in caso di necessità non si rischia di essere abbandonati a sé stessi da un elettricista irreperibile che non deve rispondere a nessuno eccetto sé stesso. Le qualifiche di questo tipo impongono una maggiore responsabilità agli installatori d’antifurti certificati che in caso di errori devono rispondere proprio alla ditta che ne ha rilasciato l'attestato, tra queste la più nota è probabilmente Hager che rilascia la qualifica IQS

Cosa offre la certificazione installatore antifurti IQS

L'Installatore Qualificato Sicurezza è fondamentalmente un elettricista che ha seguito un percorso di formazione tale da ricevere la qualifica e non si occupa di sole allarmi ma di vari dispositivi elettrici. Tra questi:

-allarmi wireless, antifurti e sistemi di videosorveglianza

-cablaggio di impianti elettrici;

-home automation e domotica;

-impianti di riscaldamento e climatizzatori;

-pannelli fotovoltaici ed energie rinnovabili;

-serramenti elettrici e cancelli. 

La formazione infatti permette di approfondire svariati argomenti riguardo ad ogni campo dell'installazione elettrica e della manutenzione in impianti a bassa od alta tensione. Gli specialisti IQS intervengono infatti sia in abitazioni private che in aziende o attività industriali. Spesso seguono cantieri dall'inizio alla conclusione fornendo supporto e allacciamento elettrico alle imprese edili, posando tubi e cassette di connessione, derivazione e introduzione oltre che ai quadri elettrici.

Passano poi all'installazione di interruttori, elettrodomestici, impianti di sorveglianza e climatizzatori, fino a posare i lampadari al termine dei lavori di imbiancamento delle pareti. Un professionista IQS non è quindi solo un installatore antifurti ma bensì un tecnico che gestisce ogni aspetto elettrico di un edificio. 

Perché scegliere un installatore antifurti certificato

L'impianto elettrico è sempre un elemento essenziale e delicato in un edificio che si tratti di una casa o di una grande fabbrica, se installato in modo scorretto può essere soggetto a malfunzionamenti, black out e addirittura incendi. Le aziende in particolare possono subire danni economici ingenti a causa della mancanza di corrente e preferiscono evitarsi certi rischi affidandosi ad elettricisti non qualificati. Gli impianti di videosorveglianza invece richiedono numerose conoscenze che solo chi ha frequentato un corso di formazione possiede per evitare di lasciare falle e punti ciechi nel sistema.

Le garanzie di qualità e professionalità offerte da un IQS soddisfano le esigenze di chi non vuole rischiare con la propria sicurezza sia in casa che nel lavoro. L'assistenza raggiunge poi un livello superiore con la rete di installatori sparsi in tutto il territorio italiano che sono a disposizione in caso di urgenze ed emergenze. La formazione è seguita infine da corsi di aggiornamento periodici tenuti direttamente da un settore di Hager sicurezza che si occupa di installatori antifurti.

L'obbiettivo generale di queste qualifiche resta però sempre fornire al cliente la tranquillità e la sicurezza di cui ha bisogno che solo nella scelta di un partner affidabile si può trovare.

Source: Wikimedia

L'8 settembre 2017, Sting, ex leader, bassista e cantante dei Police, ha ricevuto un prestigioso riconoscimento dallo Smithsonian’s National Museum of American History di Washington per il contributo offerto al patrimonio musicale statunitense. L'artista è stato premiato per la scrittura del brano “The Empty Chair”, scritto in collaborazione con il compositore Josh Ralph e inserito nella colonna sonora di "Jim: The James Foley Story", un documentario sulla storia del fotoreporter americano James Foley. 

L'opera, nominata nella sezione “miglior brano musicale” agli ultimi Oscar (senza vittoria, la statuetta è andata a "City Of Stars" di Justin Hurwitz, Benj Pasek e Justin Paul per la colonna sonora di La La Land) venne eseguita da Sting in due occasioni: nella serata di gala degli Academy Awards e alla riapertura del Bataclan, il 12 novembre 2016. 

Vincere l'Oscar sarebbe stata la ciliegina sulla torta per la carriera di un artista che ha saputo incidere in maniera significativa nella cultura musicale degli ultimi 40 anni, sia con le innovazioni introdotte dai Police che con i dischi solisti.

Sting, all'anagrafe Gordon Sumner, nasce il nel 1951 a Wallsend, piccolo paese dell'Inghilterra del Nord. Dopo la decennale carriera nei Police decide di proseguire il proprio percorso musicale da solo. Siamo nel 1985 quando viene pubblicato “The Dream Of the Blue Turtles”, disco dai chiari influssi jazz realizzato in collaborazione con il tastierista Kenny Kirkland, il batterista Omar Hakim, il sassofonista Branford Marsalis e il bassista Darryl Jones. Saranno tre i singoli di successo estratti: “Fortress Around Your Heart”, “Russians” e “If You Love Somebody Set Them Free”. 

L'album successivo, “Nothing like the sun” venne considerato dalla critica un'opera minore, nonostante al suo interno fosse contenuto il brano “They dance alone”, tributo di Sting ai desaparecidos argentini. Musica e impegno sociale e umanitario andranno a braccetto per tutta la carriera dell'artista inglese. Nel 1988 l'ex cantante dei Police prenderà infatti parte al tour di Amnesty International "Human Rights Now!"

Nel 1991 esce “The Soul Cages”, terzo lavoro in studio composto da brani dal carattere fortemente autobiografico. Impronta introspettiva che resterà nel successivo “Ten summoner's tales, contenente canzoni di qualità come “If I ever lose my faith in you”, “Fields of gold” e “Shape Of My Heart”, ormai considerata una delle canzoni più famose legate al mondo delle carte e del gaming. Se “Shape of My Heart” venne scelta come singolo, a “Fields Of Gold” venne riservato un altro onore, quello di dare il titolo al greatest hits uscito nel 1994. 

Dopo “Brand New Day” del 1999, i fan del cantante inglese dovranno aspettare quattro anni per avere un nuovo disco di inediti. Siamo nel 2003 e il ritorno si rivelerà un grande successo. L'album è “Sacred Love” e contiene il famosissimo duetto con Mary J. Blige nel brano “Whenever I Say Your Name”. Seguiranno due lunghi tour (in Italia lo spettacolo sbarca l'anno successivo) e l'annuncio di un nuovo e ambizioso progetto in uscita nel 2006 per l'etichetta Deutsche Grammophon: un disco di musica per liuto del XVI secolo intitolato “Songs from the labyrinth”, dedicato al compositore rinascimentale John Dowland. 

Nel 2007 l'annuncio che milioni di fan in tutto il mondo aspettavano: i Police si riformano per celebrare il trentennale della loro carriera. Annuncio che si è tradotto in un tour mondiale di incredibile successo e che ha toccato il nostro paese nell'ottobre dello stesso anno. Dopo una serie di progetti paralleli, partecipazioni a dischi di altri artisti e incursioni nei vari generi musicali, nel 2016 esce 57TH & 9TH, primo disco di canzoni pop-rock in oltre 10 anni.

Le scommesse sportive negli ultimi anni sono diventate il passatempo e la passione di molti italiani. Da quando sono sbarcate le scommesse online molta gente che prima non gradiva andare nelle sale scommesse oppure non riusciva a conciliare gli orari di lavoro con quelli dei centri scommesse, ora invece grazie a semplici applicazioni scaricabili in rete è possibile giocare da qualsiasi posto e in qualsiasi orario. Tutto questo ha fatto nascere un interesse particolare a tutto quello che gravita intorno alle scommesse sportive come ad esempio i pronostici per le scommesse oppure la comparazione quote tra i diversi bookmaker, i bonus scommesse piuttosto che i dati statistici dei vari campionati.

Dall'esigenza di avere tutti questi dati sono nati siti specializzati in pronostici per scommesse sportive dove in unico sito vi sono rinchiuse tutte le informazioni che servono per provare a giocare schedine vincenti che altrimenti sarebbero molto complicate da trovare e ed analizzare tutte insieme. Su questi portali di pronostici online, gestiti da esperti del settore che negli anni hanno accumulato molta esperienza in materia e semplificano la vita agli scommettitori, troviamo analisi dettagliate sulla statistica e tattica con i consigli per le vostre scommesse, come ad esempio sul sito Bonusvip, che oltre a fornire pronostici su scommesse valuta sempre dove giocare la partita scelta in base al bookmaker che offre la vincita migliore oltre che tenere aggiornati su quali sono i migliori bonus scommesse del momento così da sfruttare anche le promozioni dei bookmaker per fare qualche giocata gratis.

Questi siti come Bonusvip sono molto apprezzati dagli scommettitori perché portano un aiuto concreto per le proprie scommesse così da sfatare il mito che per vincere alle scommesse sportive serva solo fortuna, ma invece con tattica e studio degli eventi si possono aumentare in modo significativo le proprie possibilità di vincita. Questo non significa che questi siti possano dare pronostici sicuri al 100% ma sono un’ottima base di partenza per le vostre giocate e forniscono tutti gli strumenti necessari per fare i vostri pronostici personali.

Installare un allarme wireless professionale, perché conviene 

Installare un allarme wireless professionale è una soluzione migliore rispetto a quella prevista per un antifurto con fili. Dietro a questa conclusione ci sono molteplici fattori, tra cui:

l'assenza di fili di un impianto wireless;

• la maggiore qualità di molti prodotti di questo tipo usciti ultimamente sul mercato;

facilità di installazione, effettuabile anche autonomamente e senza ricorrere a un tecnico specializzato;

protezione immediata sin dal primo istante in cui l'impianto è stato effettivamente installato.

Se si desidera evitare sprechi di tempo e di denaro, dunque, gli allarmi wireless professionali sono consigliati: sono infatti sistemi costruiti con componenti di alta qualità ed affidabili.

 Installare un allarme wireless professionale: abbasso i consumi ed i corto-circuiti 

Le richieste per l’installazione di ottimi allarmi wireless professionali sono in continuo aumento in ogni città d’Italia.

Ma quali sono, precisamente, i motivi che possono portare ad installare questa tipologia di antifurto? 

1- Assenza di costi sulla bolletta della luce 

Un allarme con tecnologia wireless 100% non è alimentato dalla rete elettrica e quindi, di conseguenza, non implica un aumento del costo delle bollette e del consumo di corrente a differenza di quello che avviene con i tradizionali sistemi a fili.

Il piccolo svantaggio dei sistemi wireless, si potrebbe obiettare, è relativo al fatto che funzionano grazie ad una batteria che deve essere sostituita quando esaurita.

Questa è una verità, ma è importante anche sapere che nel caso di una batteria al litio la durata media è di 5 anni: si comprende dunque come la sostituzione avvenga con una periodicità non frequente nel tempo, con le operazioni di cambio e di smaltimento della batteria che vengono solitamente effettuate dai tecnici dell'azienda produttrice dell'antifurto. In questo modo il cliente non dovrà occuparsi di niente e potrà godersi in tutta tranquillità la sicurezza di un allarme di alta qualità. 

2- Assenza di danni e interruzioni provocate da corto-circuiti e fulmini 

Un ulteriore importante vantaggio è legato all'indipendenza dei vari elementi che compongono il sistema d’antifurto wireless professionale. Nel caso in cui un fulmine o un corto-circuito colpiscano uno degli elementi il problema non si rivarrebbe sulla totalità del sistema di allarme ma solo ed esclusivamente sulla parte colpita, che potrà quindi essere sostituita con operazioni che non andranno a incidere sul resto dell'impiantistica.

Questo inconveniente avverrebbe invece nel caso di impianto con fili, dal momento che i vari componenti sono in quel caso connessi da cavi che, nel caso di un fulmine come di un corto-circuito, propagherebbero i danni all'intero impianto antifurto.

Installare un allarme wireless professionale: comodità e protezione anche sugli esterni 

3- Predisposizioni elettriche non necessarie 

L'installazione di un sistema antifurto senza fili non richiede la presenza di predisposizioni elettriche, ovvero la posa nei muri di tubi utili a far passare i fili ed i cavi che collegano i vari elementi dell'impianto alla centrale. Questo è un gran bel vantaggio, soprattutto per quanto concerne le operazioni di installazione per cui il cliente non dovrà affrontare particolari costi e lavori di muratura, necessari nel caso degli impianti a fili per cui è talvolta necessario creare aperture nei muri ed altre operazioni di questo tipo.

Questi lavori di installazione richiederebbero un ulteriore impiego di denaro e di tempo da parte del cliente, con risultati estetici che spesso lasciano anche a desiderare. 

4- Possibilità di smontaggio e di montaggio in nuova casa

Un allarme wireless professionale non abbandona mai il proprio proprietario: sembra una frase fatta ma, invece, è proprio così. La composizione di questo impianto, senza fili e intralci, agevola notevolmente le fasi di smontaggio e re-installazione in un altro immobile. Si tratta di una circostanza che succede molto più spesso di quanto si possa pensare: basti pensare ai casi in cui una persona installa un impianto in una casa e per diverse circostanze, poco tempo dopo, si trova a dover cambiare residenza. Un antifurto wireless permette di essere smontato indipendentemente dalla presenza di fili o tubi, con una notevole riduzione di tempo e di costi per la riattivazione dell'allarme di casa. 

5- Sicurezza anche in ambienti esterni 

Gli innovativi sistemi wireless consentono di proteggere terrazzi, balconi e giardini in maniera ancora più semplice rispetto al passato. I sensori che vengono installati all'esterno comunicano infatti in maniera costante con la centralina, segnalando puntualmente situazioni sospette e senza essere intralciate da barriere architettoniche. 

Alla luce di tutti questi vantaggi, sia economici che logistici, è normale concludere che chi desidera la massima sicurezza per la propria abitazione con massimo comfort e massima tecnologia non posso non scegliere di installare un allarme wireless professionale.

Un tipo di impianto indipendente e che permette all'utente di restare tranquillo, sia all'interno che all'esterno della propria abitazione.

Affidarsi ai pronostici presenti sul web e saperli sfruttare al meglio
Prima di investire i propri soldi nelle scommesse sportive è necessario consultare i pronostici realizzati dai portali più affidabili e cominciare ad analizzare le informazioni confrontando le quote una per una. Per effettuare il confronto delle quote potrete affidarvi alle informazioni online offerte dai bookmakers con marchio AAMS. A questo punto, sarà fondamentale per lo scommettitore creare uno schema e tenere aperte quante più finestre possibili onde analizzare in maniera rapida tutte le partite più interessanti, così da comporre la propria scommessa seguendo i pronostici più obbiettivi. Dopo aver scelto le squadre e le partite sulle quali si intende scommettere, sarà necessario analizzare ogni singolo match basandosi sulle statistiche relative agli ultimi confronti tra le due squadre e alle recenti strisce di risultati ottenute da entrambi i club. Non dovrete dimenticare, inoltre, di reperire tutte le informazioni che potete circa eventuali infortuni e squalifiche rimediati dai giocatori più rappresentativi di ciascuna formazione. Per ottenere quanti più dati possibili è opportuno affidarsi ai portali di pronostici che utilizzano le quote dei bookmakers più noti. I siti online più affidabili offrono notizie e consigli relativi a tutti gli eventi di spicco. Alcuni di questi portali mettono a disposizione della folta utenza una lista di combinazioni di pronostici che vengono rinnovate ogni giorno. Inoltre, questi siti offrono gratuitamente diverse schedine già pronte da giocare con particolare attenzione posta per la schedina del giorno e tante schedine che si rivelano spesso vincenti incentivando a giocare anche coloro che vogliono tentare la fortuna senza impelagarsi in controlli incrociati e pronostici fai da te. Insomma, i siti online che si occupano di scommesse rappresentano la scelta ideale per un gran numero di persone, compresi coloro che non sono appassionati di calcio e sport ma amano tentare la fortuna e scommettere. 

I dati da prendere in considerazione quando si sceglie di elaborare le proprie scommesse
Nelle analisi di ogni scommettitore non possono mancare informazioni di fondamentale importanza quali espulsioni, squalifiche, infortuni, probabili formazioni, stato di forma delle due squadre e dei calciatori schierati. Possono concorrere nel condizionare il risultato finale del match anche ulteriori informazioni come le condizioni meteorologiche, lo stato del manto erboso, la presenza o meno di pubblico pagante. In base a tutte le informazioni appena elencate è possibile passare ad un'analisi approfondita delle quote offerte dai siti online. A tal proposito, non bisogna dimenticare mai che le stesse quote sono il frutto di un lavoro scientifico e preciso, frutto dell'analisi delle statistiche effettuata dagli stessi bookmakers. Costoro, infatti, tendono ad elaborare le informazioni più idonee a limitare i danni e a massimizzare i profitti per la propria compagnia, senza tralasciare nulla, comprese novità e cambi di formazione dell'ultimo minuto. Oggigiorno, sono sempre di più i siti online che si avvalgono della collaborazione di quotisti esperti, i quali intendono aiutare gli appassionati che si cimentano con le scommesse e parallelamente, aumentare il traffico in entrata sui siti per i quali lavorano. La maggior parte dei siti affidabili offrono informazioni molto utili e quasi indispensabili per pronosticare i risultati corretti. Sebbene resti opportuno ricordare che il gioco non deve mai diventare un'ossessione, è altrettanto vero che per elaborare un risultato nella maniera più aderente possibile alla realtà è necessario prendere atto delle informazioni più importanti che riguardano le squadre impegnate, ovvero le sfide più recenti fra le due sfidanti, lo stato di forma delle contendenti, i giocatori che stanno attraversando un buon periodo di forma, le squadre che segnano di più o di meno, i risultati ottenuti in casa e fuori casa.

I pronostici sportivi ed il loro straordinario successo.

I pronostici hanno riscosso un grande successo e negli ultimi tempi hanno avvicinato un numero elevatissimo di persone alle scommesse sia online che offline. Sono molte le caratteristiche che hanno contribuito a rendere i pronostici così seguiti. Una di queste è l'opportunità di poter scommettere anche sugli eventi sportivi in diretta. Tali aggiunte e la versatilità di cui godono oggigiorno le scommesse sportive hanno contribuito ad avvicinare le persone a quest'universo in continua espansione che continua ad aumentare il proprio fatturato di anno in anno. L'altro grande vantaggio delle scommesse è che possono essere effettuate sia offline che online: chi vuol giocare offline potrà recarsi in uno dei tanti centri scommesse presenti su tutto il territorio italiano, mentre chi vorrà giocare online dovrà accedere ad uno dei siti garantiti AAMS e comunicare le proprie generalità in sede d'iscrizione.

In Sardegna continua ad essere alto l'allarme ludopatia, nei fatti nell'Isola si gioca molto se non troppo!

Secondo alcuni dati nel territorio della Sardegna c'è una incidenza troppo alta di slot machine, in base ai recenti rilevamenti ci sarebbero 20mila slot machine, una ogni 90 abitanti. Un numero da record, ed infatti nell'Isola si giocano ben 1,5 miliardi di euro l'anno.

Torna alla ribalda l'urgenza di una legge regionale sulle norme del gioco d'azzardo e questa volta interviene un esponente di Campo Progressista, la formazione che a livello nazionale fa capo a Giuliano Pisapia ex sindaco di Milano.

Francesco Agus, consigliere regionale è il primo firmatario di ben due proposte rimaste ancora lettera morta per la legislatura Pigliaru.

In una nota trasmessa qualche giorno fa dal consigliere Agus si legge . "E’ urgente intervenire con decisione per attuare programmi regionali per la prevenzione e la riduzione del rischio di dipendenza da gioco d’azzardo, e per l’assistenza delle persone già affette da ludopatia attraverso percorsi terapeutici e di reinserimento sociale".

E' proprio grazie all'impegno di Agus e di altri consiglieri di Campo Progressista che però sembra muoversi qualcosa in materia, interrogazioni su interrogazioni stanno facendo il proprio corso .

Ad oggi non bastano le ordinanze sindacali adottate da alcune città come Cagliari e Sassari, serve un piano regionale, serve una legge.

Agus nel suo recente intervento ha fatto notare come l'isola sia tra le prime firmatarie  del Manifesto per la lotta alla ludopatia ma è necessario un impegno ampio e massiccio per contrastare la dipendenza.

Le norme, ricordiamolo, andrebbero comunque a contrastare solo la diffusione del gioco fisico e non quella del digitale che invece è in crescita continua.

Nell'Isola da qualche tempo infatti si è sviluppata la passione per la roulette online una delle tante proposte che si trovano tra le maglie della rete.

Se la politica è attenta al gioco d'azzardo stessa cosa si può dire delle associazioni del terzo settore che costantemente implementano piano e progetti atti a illustrare alla cittadinanza il gioco consapevole o, come ha fatto recentemente a Sassari il movimento No Slot, cercare di convincere i locali a evitare di installare altre slot. 

La realtà è dura: in Sardegna la crisi economica ha mandato al lastrico molte famiglie e tutt'ora diventa molto difficile trovare lavoro, giocare regala il sogno facile di poter risolvere una situazione contingente, ma non è proprio così, purtroppo il gioco porta a dipendenza in particolare quello fisico.

In Sardegna solo i  Sindaci di Alghero, Cagliari e Sassari, hanno attuato delle normative territoriali  gli altri non hanno fatto ancora nulla per fermare la voglia di gioco dei concittadini eppure ormai è cosa nota quanto possa pericolosa la ludopatia e quanto questa possa incidere sul già scarno bilancio delle politiche d'assistenza sociale. 

La tecnologia Video assistant replay (VAR) comincia a rivoluzionare il mondo del Calcio.

Questo nuovo metodo di valutazione utilizzato nell’ultima Confederations Cup è stato decisivo in diverse partite. Nel caso di GERMANIA-CAMERUN  ha deciso un'espulsione costringendo la squadra Africana ad andare avanti nel gioco con un uomo in meno.

In totale sono state ben 7 le volte che l'arbitro ha dovuto o voluto ricorrere alla VAR, vuoi per punire gli artefici della rissa nella partita tra  MESSICO e NUOVA ZELANDA che, una volta recuperate le immagini, sono stati ammoniti giustamente per la loro condotta. Per non parlare della finale tra GERMANIA e CILE, dove un giocatore cileno durante un azione del secondo tempo, colpiva deliberatamente l'avversario con una gomitata al volto degna dei migliori incontri della MMA, lasciando l'avversario a terra dolorante pensando di farla franca.

L’Arbitro con la VAR si trasforma in un “Arbitro video” ed ogni azione importante per la quale può nutrire qualche dubbio, potrà, con l’ausilio di due collaboratori, rivederla da diverse angolazioni e giudicarla grazie alla “moviola” sul campo. Un modo che stravolge il modo di arbitrare le partite di calcio e che potrebbe cambiarne i risultati finali di ogni match.

Ovviamente c'è chi ne tesse le lodi, come il presidente della FIFA Infantino, decretando il successo della manifestazione proprio alla novità dell'utilizzo della moviola in campo, riuscendo così ad offrire risultati giusti e non macchiati dalle “incomprensioni arbitrali”. Dall'altra parte invece qualcuno ritiene che ancora ci siano molte cose da  cambiare, in quanto la scelta di ricorrere alla VAR ricade sempre su di un solo uomo, l'arbitro, che può continuare a fare degli errori come nella partita PORTOGALLO-CILE, dove non è stato concesso un rigore proprio perché non ha voluto ricorrere alla VAR.

La tecnologia VAR,  già presente anche in altri sport, ovviamente andrà ad influire sui risultati finali degli scommettitori ma non inciderà negativamente sulle migliori scommesse sul calcio, infatti magari verrà inserita anche la quotazione di quante volte ogni partita verrà utilizzato il VAR.

Proprio prendendo spunto da gli altri sport, la soluzione esistente nel tennis sarebbe ideale. Ovvero permettere a i due contendenti, in questo caso i due capitani delle rispettive formazioni, la possibilità di richiedere l'utilizzo della VAR nei momenti salienti non riconosciuti dall'albitro, come appunto “l'occhio di falco” nel tennis.

Insomma, un modo per rendere ancora più avvincenti scommesse e tecnologia a servizio dello sport, che forse renderà quasi impossibile, la classica abitudine italiana di prendersela con la classe arbitrale a fine partita.

Load More

Ultime Trasmesse

Offerte di Lavoro in Sardegna

Offerte di Lavoro in Sardegna




Facebook


Ascoltaci con le nostre APP

Hai uno smartphone con Sistema Android o Apple e vuoi ascoltaci? Scarica Subito le nostre app da Google Play. E' Gratis!