Stampa

Tutte le notizie di Sinnai e Dintorni da oggi sono su www.sinnainews.it

Scritto da RadioFusion. Posted in Sinnai

E' online da alcuni mesi, Sinnai News, il portale dedicato alle notizie ed eventi di Sinnai, Settimo e Maracalagonis.

Sorto dalle ceneri della omonima sezione presente da anni sul sito di Radio Fusion, Sinnai News nasce per racchiudere in un unico sito web solo l'informazione locale della zona differenziandosi dal resto degli argomenti presenti dall'interno del sito dell'emittente.

Sinnai News raggiungibile dai link sinnainews.it e sinnainotizie.it contiene all'interno notizie di attualità, cronaca, politica ma anche eventi e la sezione "cultura" dove sono riportati articoli su le meraviglie culturali della zona ma anche reperti e curiosità della storia Sinnaese.

Il Sito è gestito dall'associazione culturale Radio Fusion ed è possibile collaborare scrivendo una mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Stampa

Capodanno 2018 a Sinnai (Cagliari) da Birillo con menu a partire da 30 euro

Scritto da RadioFusion. Posted in Sinnai

Anche quest'anno il ristorante-pizzeria "Da Birillo" in via Giardini a Sinnai organizza il veglione di Capodanno con Menu cenone e animazione a soli 45 Euro.

Per gli amanti della Pizza, Il Giro Pizza di Capodanno a Soli 30 Euro!

Ecco i due menù del capodanno 2018 da Birillo

Menu Cenone Classico 45 Euro

Antipasti di mare e terra
Lumache e cozze alla marinara
Trofie alla carlofortina
Linguine di Mare
Arrosto misto di Carne
Pesce arrosto (Seppie, Orate, Spigole, Gamberoni)
Lenticchie
contorni, frutta secca e di stagione, dolci sardi, panettone
bevande a scelta
spumante, caffè e amaro

Menu Giro Pizza 30 Euro

Antipasti vari di mare e terra
Giro Pizza senza limiti, tutte le pizze che vuoi, qualsiasi gusto, senza limiti
contorni, frutta secca e di stagione, dolci sardi, panettone
bevande a scelta incluse
spumante, caffè e amaro

Bambini fino agli 10 anni solo 15 Euro (sotto gli 6 anni sono nostri graditi ospiti)

La serata prevede l'animazione - con balli e karaoke in compagnia di Matteo Rubiu da www.radiofusion.it per salutare al meglio il 2017 e dare il benvenuto al 2018, Immancabile la Lotteria di Capodanno con premi tecnologici e cene gratis da Birillo tutto l'anno!!

per info 070765588 - 3475518364
Birillo è a Sinnai in Via Giardini n°7

Stampa

Dolcetto o scherzetto? No Grazie, A Sinnai la tradizione de "Is Panixeddas"

Scritto da Matteo Rubiu. Posted in Sinnai

Halloween è certamente la festa dei morti più famosa al mondo che ha conquistato milioni di persone in tutto il globo. Ma certamente non è l’unica manifestazione dell’antico culto delle anime dei morti. A Sinnai come in tante zone della Sardegna esiste e si è conservata una tradizione che ha molti aspetti in comune con quella americana e anglossassone. A Sinnai i bambini fanno rivivere l’antica tradizione di “Is panixeddas” nella mattina del 1° Novembre. Suonano ai campanelli e bussano nelle case per chiedere "Is Panixeddasa" una piccola offerta in cambio di una preghiera per i morti. Le offerte sono solitamente qualcosa di genere alimentare, Caramelle, cioccolatini, frutta, castagne, noci, dolci o anche qualche soldino; loro per contraccambiare faranno una preghiera come pegno. Alle loro angeliche anime vengono affidati pensieri limpidi dedicati ai cari scomparsi. Questa tradizione deriva dallo spagnolo ed il nome panixeddas significa "piccola offerta". Ricordo che da bambino la gente rifilava di tutto, anche qualcosa che non usava più come una lampada o un vecchio tv in bianco e nero :). Questa ricorrenza nel resto della Sardegna viene indicata con diversi nomi e celebrata in giornate diverse il 1° o il 2 Novembre come a San Sperate dove è molto sentita dai bambini del paese. Is Animeddas e is Panisceddas nel sud dell’isola, Su ‘ene ‘e sas ànimas o su Mortu Mortu nel nuorese, su Prugadòriu in Ogliastra. Il nome cambia a seconda della zona ma la sostanza, pur mutando in alcuni particolari, rimane la stessa. Proprio come accade nella più famosa ricorrenza americana, anche nei villaggi della Sardegna sono i bambini che vestiti da fantasmi vanno a chiedere, di porta in porta, qualche dono per le “piccole anime”. Le formule utilizzate in Lingua Sarda per chiedere e dire “dolcetto o scherzetto?” sono: seus benius po is animeddas, mi das fait po praxeri is animeddas, seu su mortu mortu, carki cosa po sas ànimas, peti cocone, e altre ancora a seconda del paese e della variante linguistica utilizzata. Mentre oggi i fantasmi e le piccole anime ritornano a casa con cioccolatini, lecca-lecca e merendine, una volta era più comune che alle richieste dei piccoli gli adulti preparassero e regalassero i dolci tipici del periodo: pabassinas, ossus de mortu, pani de sapa e frutta di stagione. Nelle case era usanza lasciare la tavola apparecchiata per i defunti tutta la notte e anche le credenze rimanevano aperte perchè i morti potessero cibarsi. A questi venivano aggiunti poi altri doni come le melagrane, le castagne e la frutta secca. Un altro elemento simile tra la festa sarda e quella anglosassone era, soprattutto nel passato, il lavoro certosino sulle zucche che venivano trasformate in facce spiritate ed utilizzate per fare scherzi e far spaventare i più piccoli. Quindi se sentite suonare il campanello, siate generosi e rispettiamo la tradizione, tutti abbiamo dei morti da ricordare.



x
Su questo sito utilizziamo cookie di profilazione di terze parti. Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando un’azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all’uso di tutti i cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, consulta la cookie policy