Stampa

La Siae ti chiede Soldi? Attenzione E' un Virus!

Scritto da RadioFusion. Posted in Tecnologia

Dopo le truffe dai virus che colpivano i pc con False schermate con i loghi delle Forze dell'Ordine (Polizia, Carabinieri e Guardia di Finanza), che abbiamo segnalato in precedente articolo dove l'utente si vedeva "multato" e doveva pagare per riavere il controllo del proprio pc, è arrivato il "virus della SIAE".

Se vi capita, che il computer si blocchi visualizzando una schermata con la richiesta economica con il logo della SIAE per la sua riattivazione è solo una Truffa e la società italiana degli autori ed editori non ne ha alcuna responsabilità.

Ovviamente non pagate nulla ma procedete con la rimozione virus malware

Scaricate ed eseguite Combofix (download diretto o dal sito www.combofix.org)

Oppure

Da modalità provvisoria provate a fare un ripristino configurazione di sistema.

Start - Programmi - Accessori - Utilità di sistema - Ripristino configurazione di sistema

scegliere un giorno in cui funzionava correttamente tutto ed eseguire il ripristino.

Questo il Comunicato della S.I.A.E.

"Stanno arrivando al centralino della SIAE telefonate da più parti d’Italia che segnalano la circolazione in rete di un virus che blocca i computer e fa apparire un avviso con una richiesta di pagamento da parte della SIAE, con tanto di logo.
Mai e in nessun modo la SIAE utilizza o potrebbe utilizzare sistemi di blocco dei computer degli utenti per fare richieste di pagamento. Per contrastare l’ulteriore diffusione del virus sono state allertate le forze dell’ordine competenti." Fonte

Stampa

L'Fbi Spegne Internet L'8 Marzo Per Eliminare il Super Virus

Scritto da RadioFusion. Posted in Tecnologia

WASHINGTON - L'Fbi ha intenzione di togliere la connessione a Internet a milioni di utenti. Il 'web blackout' dovrebbe avvenire l'8 marzo e sarebbe parte di un piano per liberare gli Stati Uniti dai virus Trojan o Cavallo di Troia.

Infatti milioni di pc, negli States ma anche in Europa, sono stati colpiti da questo virus creato in Estonia, DNSChanger Trojan, che modifica alcune impostazioni e conduce il computer sui siti pericolosi. Lo stesso Trojan impedisce all'utente di controllare la sua sicurezza, tenendolo all'oscuro della sua presenza nel sistema. Lo spegnimento della rete servirà a debellare questo tipo di super virus. L'Fbi ha anche diffuso un codice DNS su un sito apposito per scoprire se il pc è infetto. Fonte

Stampa

Indoona sbarca su iPad

Scritto da RadioFusion. Posted in Tecnologia

Cagliari, 02 febbraio 2012 indoona, l’applicazione italiana sviluppata completamente da Tiscali che consente di chiamare, video chiamare, inviare messaggi, foto, video e la propria posizione in maniera completamente gratuita da smartphone (Wi-Fi e 3G) e da PC agli altri utenti indoona, è disponibile da oggi anche su iPad. Tutti gli utenti che quindi già utilizzano, ed apprezzano, indoona per le proprie chiamate e messaggi potranno scaricare l’applicazione anche sul tablet Apple.

Indoona, l’app tutta italiana che sta contribuendo a rivoluzionare completamente il settore delle comunicazioni personali, ha recentemente prorogato l’offerta promozionale lanciata lo scorso dicembre e che ha riscosso grande successo presso gli utenti.

Fino al 31 marzo, infatti, tutti gli utenti indoona potranno continuare a chiamare gratuitamente tutte le numerazioni di rete fissa in Italia, fino ad un massimo di 200 minuti al mese. Il traffico extrasoglia verrà tariffato secondo i consueti costi del servizio. Mentre le chiamate ai numeri di rete fissa Tiscali sono sempre gratuiti.

indoona per Ipad è disponile in italiano, inglese, spagnolo e cinese e può essere scaricata gratuitamente dall’App Store. La versione per smartphone è invece disponibile per le piattaforme Android e iOS e può essere scaricata dall’Android Market e dall’App Store. Il client per PC e OsX è direttamente per il download sul sito indoona.

Tutti i dettagli sulle tariffe e le caratteristiche del servizio sono disponibili su www.indoona.com

Indoona è anche su Facebook e Twitter



x
Su questo sito utilizziamo cookie di profilazione di terze parti. Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando un’azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all’uso di tutti i cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, consulta la cookie policy