Stampa

Lotta all'azzardo: scende in campo la politica

Scritto da RadioFusion. Posted in Tecnologia

In Sardegna continua ad essere alto l'allarme ludopatia, nei fatti nell'Isola si gioca molto se non troppo!

Secondo alcuni dati nel territorio della Sardegna c'è una incidenza troppo alta di slot machine, in base ai recenti rilevamenti ci sarebbero 20mila slot machine, una ogni 90 abitanti. Un numero da record, ed infatti nell'Isola si giocano ben 1,5 miliardi di euro l'anno.

Torna alla ribalda l'urgenza di una legge regionale sulle norme del gioco d'azzardo e questa volta interviene un esponente di Campo Progressista, la formazione che a livello nazionale fa capo a Giuliano Pisapia ex sindaco di Milano.

Francesco Agus, consigliere regionale è il primo firmatario di ben due proposte rimaste ancora lettera morta per la legislatura Pigliaru.

In una nota trasmessa qualche giorno fa dal consigliere Agus si legge . "E’ urgente intervenire con decisione per attuare programmi regionali per la prevenzione e la riduzione del rischio di dipendenza da gioco d’azzardo, e per l’assistenza delle persone già affette da ludopatia attraverso percorsi terapeutici e di reinserimento sociale".

E' proprio grazie all'impegno di Agus e di altri consiglieri di Campo Progressista che però sembra muoversi qualcosa in materia, interrogazioni su interrogazioni stanno facendo il proprio corso .

Ad oggi non bastano le ordinanze sindacali adottate da alcune città come Cagliari e Sassari, serve un piano regionale, serve una legge.

Agus nel suo recente intervento ha fatto notare come l'isola sia tra le prime firmatarie  del Manifesto per la lotta alla ludopatia ma è necessario un impegno ampio e massiccio per contrastare la dipendenza.

Le norme, ricordiamolo, andrebbero comunque a contrastare solo la diffusione del gioco fisico e non quella del digitale che invece è in crescita continua.

Nell'Isola da qualche tempo infatti si è sviluppata la passione per la roulette online una delle tante proposte che si trovano tra le maglie della rete.

Se la politica è attenta al gioco d'azzardo stessa cosa si può dire delle associazioni del terzo settore che costantemente implementano piano e progetti atti a illustrare alla cittadinanza il gioco consapevole o, come ha fatto recentemente a Sassari il movimento No Slot, cercare di convincere i locali a evitare di installare altre slot. 

La realtà è dura: in Sardegna la crisi economica ha mandato al lastrico molte famiglie e tutt'ora diventa molto difficile trovare lavoro, giocare regala il sogno facile di poter risolvere una situazione contingente, ma non è proprio così, purtroppo il gioco porta a dipendenza in particolare quello fisico.

In Sardegna solo i  Sindaci di Alghero, Cagliari e Sassari, hanno attuato delle normative territoriali  gli altri non hanno fatto ancora nulla per fermare la voglia di gioco dei concittadini eppure ormai è cosa nota quanto possa pericolosa la ludopatia e quanto questa possa incidere sul già scarno bilancio delle politiche d'assistenza sociale. 

Stampa

Rivoluzione Var alla Confederations Cup, la moviola che può cambiare il gioco.

Scritto da Matteo Rubiu. Posted in Tecnologia

La tecnologia Video assistant replay (VAR) comincia a rivoluzionare il mondo del Calcio.

Questo nuovo metodo di valutazione utilizzato nell’ultima Confederations Cup è stato decisivo in diverse partite. Nel caso di GERMANIA-CAMERUN  ha deciso un'espulsione costringendo la squadra Africana ad andare avanti nel gioco con un uomo in meno.

In totale sono state ben 7 le volte che l'arbitro ha dovuto o voluto ricorrere alla VAR, vuoi per punire gli artefici della rissa nella partita tra  MESSICO e NUOVA ZELANDA che, una volta recuperate le immagini, sono stati ammoniti giustamente per la loro condotta. Per non parlare della finale tra GERMANIA e CILE, dove un giocatore cileno durante un azione del secondo tempo, colpiva deliberatamente l'avversario con una gomitata al volto degna dei migliori incontri della MMA, lasciando l'avversario a terra dolorante pensando di farla franca.

L’Arbitro con la VAR si trasforma in un “Arbitro video” ed ogni azione importante per la quale può nutrire qualche dubbio, potrà, con l’ausilio di due collaboratori, rivederla da diverse angolazioni e giudicarla grazie alla “moviola” sul campo. Un modo che stravolge il modo di arbitrare le partite di calcio e che potrebbe cambiarne i risultati finali di ogni match.

Ovviamente c'è chi ne tesse le lodi, come il presidente della FIFA Infantino, decretando il successo della manifestazione proprio alla novità dell'utilizzo della moviola in campo, riuscendo così ad offrire risultati giusti e non macchiati dalle “incomprensioni arbitrali”. Dall'altra parte invece qualcuno ritiene che ancora ci siano molte cose da  cambiare, in quanto la scelta di ricorrere alla VAR ricade sempre su di un solo uomo, l'arbitro, che può continuare a fare degli errori come nella partita PORTOGALLO-CILE, dove non è stato concesso un rigore proprio perché non ha voluto ricorrere alla VAR.

La tecnologia VAR,  già presente anche in altri sport, ovviamente andrà ad influire sui risultati finali degli scommettitori ma non inciderà negativamente sulle migliori scommesse sul calcio, infatti magari verrà inserita anche la quotazione di quante volte ogni partita verrà utilizzato il VAR.

Proprio prendendo spunto da gli altri sport, la soluzione esistente nel tennis sarebbe ideale. Ovvero permettere a i due contendenti, in questo caso i due capitani delle rispettive formazioni, la possibilità di richiedere l'utilizzo della VAR nei momenti salienti non riconosciuti dall'albitro, come appunto “l'occhio di falco” nel tennis.

Insomma, un modo per rendere ancora più avvincenti scommesse e tecnologia a servizio dello sport, che forse renderà quasi impossibile, la classica abitudine italiana di prendersela con la classe arbitrale a fine partita.

Stampa

Cesenatico: per una vacanza a ritmo di radio

Scritto da RadioFusion. Posted in Tecnologia

Non c'è soltanto la nuova ruota panoramica alta ben 31 metri in Piazza Costa a rendere ancora più magica l'estate di Cesenatico. La località romagnola ha infatti organizzato una lunga serie di eventi per una fantastica  estate a ritmo di... radio!

La musica sarà infatti protagonista in tante occasioni a cominciare dalla Notte Rosa del 7 Luglio quando alcuni grandi nomi amatissimi dal pubblico come Francesco Renga, Nina Zilli ed Ermal Meta saliranno sul palco per una notte veramente indimenticabile a base di hit radiofoniche.

Non dimentichiamoci poi di altri eventi con altri generi di musica a cominciare da I Concerti all’Alba, una serie di eventi dislocati in vari punti della città che presenteranno una serie di suggestioni sonore legate ad altri medium come cinema e poesia.  La particolarità degli eventi è che cominciano tutti ad un orario decisamente insolito: le 6 del mattino. Per chi si sveglia presto o per chi ancora non è andato a dormire, tutti gli appuntamenti che continueranno fino al 20 agosto saranno ad ingresso gratuito.

Da none perdere neppure Porto del Jazz, tre giorni (11-12-13 agosto) con decine di concerti itineranti in tutto il centro storico di Cesenatico per un caldissimo sound che coinvolgerà veramente tutti.

E poi ovviamente tutta la vita notturna di Cesenatico e dintorni, tra le più rinomate sia in Italia che in Europa, sarà a base della musica più ballata e ascoltata in radio così come accadrà in spiaggia dove le migliori animazioni per ogni età, allieteranno tutta la famiglia.

A proposito di famiglia: se siete alla ricerca di una struttura ricettiva a Cesenatico pensata ad hoc proprio per mamma, papà, figlio (o figli) e state cercando su Google, Yahoo o Bing  Hotel Cesenatico 4 stelle, potrebbe fare al caso vostro il Club Family Hotel a Villamarina di Cesenatico, a soli cinque minuti dalla stazione ferroviaria e dalla frequentatissima zona pedonale con negozi, bar, pizzerie e gelaterie. L'albergo può anche contare sul 99% dei clienti soddisfatti sul noto sito Tripadvisor.

La struttura offre inoltre un'eccellente offerta da non perdere per le famiglie: la vacanza gratis per due ragazzi gratis fino a 15 anni nella stanza di mamma e papà. E poi il Club Family Hotel propone tanti servizi ideali per tutti come un animazione per ogni  giorno della settimana a base di laboratori creativi, giochi, balli, canti ed anche un amatissimo carretto dei gelati che arriverà in albergo a sorpresa!

E poi su tutto, la grande piscina riscaldata con acqua-scivolo e idromassaggio con tanto di open bar gratuito dove potrete scegliere come dissetarvi tra acqua, pepsi, aranciata, limonata, tè freddo, birra alla spina (ovviamente soltanto per mamma e papà) e caffetteria.

E dunque anche se i TheGiornalisti cantano "Riccione" a Cesenatico sarà veramente un estate a tutta radio e poi se per qualche ora vorrete rilassarvi magari in silenzio, vi aspetta il Parco di Levante con ottimi percorsi per il fitness, un laghetto con tante specie animali ed ovviamente tantissimo verde. La gentilezza, la cortesia e l'allegria di Cesenatico indubbiamente vi conquisteranno!



x
Su questo sito utilizziamo cookie di profilazione di terze parti. Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando un’azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all’uso di tutti i cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso, consulta la cookie policy