I comuni di Quartu S.Elena (capofila), Maracalagonis e Villasimius sono promotori di un progetto denominato “Non lasciare un vuoto” che ha come finalità quella di sensibilizzare la popolazione giovanile sull'importanza di una guida sicura, attraverso una campagna di prevenzione e lo sviluppo di una nuova cultura della sicurezza stradale realizzata mediante la divulgazione di materiale informativo sui social network come Facebook e la predisposizione di varie postazioni in strade in cui si è constatata una elevata percentuale di incidenti stradali, in particolare la S.P 17 che collega Cagliari a Villasimius. Il Progetto è stato presentato in partenariato con il Centro di Competenza Regionale ICT della Sardegna Scarl che si farà carico dell'implementazione delle azioni e delle attività nell'Area Tecnologica e Educazione/Formazione e delle attività di consulenza nel progetto. Proprio dal 4 Settembre fino al 4 Novembre è stato ideato un concorso a premi destinato ai soli cittadini residenti nei comuni promotori.
Il concorso premierà l'elaborato che rappresenterà meglio l'idea di sicurezza stradale, 1000 euro al primo classificato, 500 al secondo e 200 al terzo. Il regolamento, la domanda di partecipazione sono disponibili sul sito www.progettoviss.org e negli uffici della Polizia Municipale dei Comuni di Maracalagonis e Villasimius e presso l'URP del Comune di Quartu Sant'Elena.
 
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. (Redazione Radio Fusion)

Anche quest’anno la Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori promuove la tradizionale campagna “Nastro Rosa”, ideata nel 1989 negli Stati Uniti dalla Presidentessa di Estée Lauder Companies (scomparsa lo scorso novembre) con l’obiettivo di far capire, soprattutto alle donne, l’importanza della prevenzione del controllo periodico per contrastare il tumore al seno.
Si inizia con le visite senologiche: a disposizione per tutto ottobre 395 punti Prevenzione/Ambulatori LILT che offriranno controlli gratuiti e preziosi consigli. A Sassari sarà possibile effettuarle dal lunedì al venerdì, dalle ore 16 alle ore 18, presso la sede provinciale Lilt in via Amendola 40/L (per info: 079/214688 – 079/2111017); anche a Cagliari giorni e orari rimangono gli stessi, ma si dovrà andare presso ambulatorio LILT in via Stampa 7 (tel: 070/7541670).
Per altre zone e conoscere giorni e orari di apertura dell’ambulatorio LILT più vicino, in cui effettuare visite ed anche esami di diagnosi precoce e controlli, oltre che sul sito della LILT, si può chiamare per informazioni il numero verde SOS LILT 800-998877 o visitare il sito www.nastrorosa.ithttp://www.legatumori.it/
 
(Redazione Radio Fusion)

“Ci si salva e si va avanti se si agisce insieme e non solo uno per uno”

Inizio dell'anno accademico disastroso per gli studenti dell'Università di Cagliari.

A seguito della temporanea chiusura della Casa dello studente di via Roma e via Montesanto, per cui 300 ragazzi saranno privi di un alloggio e in attesa del completamento delle opere di ristrutturazione, sono state proposte delle soluzioni temporanee e inadeguate, che prevedono la sistemazione degli studenti presso altre strutture oppure la fruizione di un contributo economico per il pagamento del canone di locazione in altre abitazioni, portando gli studenti non ammessi e che non dispongono di elevate disponibilità economiche a rivolgersi a proprietari disposti a dare in locazione le proprie case senza un regolare contratto, determinando un incremento del mercato nero. Ma soprattutto a causa del notevole taglio alle borse di studio.
Infatti il 42% degli studenti, definiti idonei ma non beneficiari, non avranno diritto a ricevere un sussidio economico che consenta loro di procedere il proprio cammino studentesco. Sono notevoli i disagi che uno studente cagliaritano deve subire quotidianamente, dai trasporti spesso inefficienti, alle mense insufficienti. Per porre fine a questa situazione indecorosa l'associazione culturale universitaria Unica 2.0 ha chiesto la costituzione di un tavolo istituzionale che preveda la partecipazione dei rappresentanti degli studenti, il Comune di Cagliari, la Regione Autonoma della Sardegna, l'Ersu e l'Università degli studi di Cagliari, ottenendo una risposta favorevole da parte dell'attuale sindaco di Cagliari Massimo Zedda, si attende una risposta da parte del presidente della Regione Ugo Cappellacci. E in particolar modo si esige un aumento dei fondi destinati all'erogazione delle borse si studio.
Ci chiediamo, non sarebbe più utile e soprattutto costruttivo far si che ci sia un continua collaborazione e confronto tra l'amministrazione e la rappresentanza studentesca? I politici molto spesso non si rendono conto della situazione critica in cui giace l'Università di Cagliari e una maggiore considerazione delle associazioni studentesche non potrebbe che dare un contributo fondamentale per risollevare, con proposte concrete e progetti, il panorama universitario cagliaritano.

In attesa di una decisione da parte del Presidente della Regione Ugo Cappellacci,gli studenti non stanno con le mani in mano!
Unica 2.0 ha organizzato un presidio permanente sotto il Consiglio Regionale in Via Roma a Cagliari, il 10 e l'11 Ottobre, durante il quale si alterneranno momenti di volantinaggio e di informativa con momenti di carattere culturale e approfondimento.
Tutti gli studenti sono invitati a partecipare!
 
Laura Mereu (Redazione Radio Fusion)
 

L'associazione "Thalassa Azione" organizza l’ottava edizione del “raduni del cuore”, momenti di solidarietà e amicizia per invitare tutti e donare il sangue in favore dei malati di talassemia.
Il raduno sostenuto anche da Tiscali si terrà sabato 6 Ottobre alle ore 8:30 nel piazzale dell’ospedale Brotzu in via Peretti a Cagliari. I volontari dell’associazione accompagneranno i donatori al centro trasfusionale e, visto che la solidarietà può essere anche un momento di gioia e condivisione, i ragazzi di ThalassAzione prepareranno per tutti i donatori un brunch come ringraziamento del sostegno ricevuto.
 
"Thalassa Azione" nasce a Cagliari dall'esigenza di dare un supporto a vari livelli a tutte le persone affette da Talassemia, attraverso servizi di sostegno e informazione riguardanti gli aspetti medici e scientifici sulla prevenzione e sulla cura della malattia, oltre che sull'inserimento sociale e lavorativo ed un supporto legale per la tutela dei nostri diritti.

A Gennaio sono iniziati i tesseramenti per l'anno 2012, l'associazione ha riscosso un notevole successo, sono numerosi i soci e tanta la partecipazione e l'affetto mostrati verso l'iniziativa. Ci auguriamo tutti che Thalassa Azione possa essere un punto di riferimento sempre presente e mai privo di attenzione per tutti coloro che volessero un supporto o semplicemente un consiglio legati al mondo della Thalassemia.
 
Condizioni Necessarie per Donare: 
Buona Salute, pressione arteriosa max: tra 110 e 180 mmHg. pressione arteriosa min: tra 60 e 100 mmHg, età compresa fra i 18 e i 60 anni, polso e ritmo regolari; pulsazioni tra 50 e 100 battiti/minuto, nessuna grave malattia in passato, emoglobina > 12.5 g/dl per le donne e 13.5 per gli uomini, peso corporeo di almeno 50kg. 

Le associazioni Amici della Laguna, Amici di Sardegna, Centro Servizi Ambiente, Aloe Felice in collaborazione con l'Istituto professionale di Stato "Sandro Pertini" e i comuni di Cagliari, Assemini, Capoterra, Elmas organizzano una visita guidata nella laguna di Santa Gilla nei giorni di sabato 29 e domenica 30 settembre.
Il titolo dell'evento "RADICI NELL'ACQUA", ha l'obiettivo di "una conoscenza integrata del compendio lagunare".
Si visiteranno il sito archeologico di Cuccurru Ibba a Santa Gilla in località Maramura e la torre della IV Regia a Sa Scafa. 
La Laguna di Santa Gilla è situata ad Ovest-Nord-Ovest di Cagliari, si estende per circa 10 km verso l’entroterra. E' alimentata dalle acque dolci del Rio Cixerri e del Rio Flumini Mannu e dalle acque salate del mare (attraverso l'apertura del canale de La Scafa, denominato anticamente La Goletta). Occupa la parte più bassa della pianura che si distende tra le campagne di Elmas, Assemini e Capoterra ed è solo una parte dello Stagno di Cagliari, che rappresenta la zona umida costiera più estesa della Sardegna. La parte meridionale dello stagno di Cagliari è invece occupata dalle Saline di Macchiareddu (Conti-Vecchi), estese per 1.350 ettari, e separate dal mare da un cordone di dune lungo oltre dieci chilometri. La parte occidentale della Laguna è occupata dallo stagno di Capoterra, che si estende per poco più di settanta ettari. Appuntamento Sabato 29 e Domenica 30, all'ingresso della stazione ferrovie dello Stato in piazza Matteotti -  Fine visita ore 19.00. GLI SPOSTAMENTI DALLA STAZIONE DELLE FERROVIE AI SITI CULTURALI, AVVERRANNO CON AUTOVETTURA PROPRIA. Gli eventi sono gratuiti.

Per info e adesioni: 070/65.18.84 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

La Camera di Commercio di Nuoro e la sua Azienda Speciale continuano con sempre maggior impegno ad investire e valorizzare i propri tesori e, ripercorrendo le felici esperienze precedenti, invitano i più curiosi in un percorso di valore. Autunno in Barbagia 2012, un circuito incantato che da settembre a dicembre ci condurrà nei paesi dell’interno della Sardegna. Qui sarà possibile immergersi in un percorso autentico fatto di tradizioni millenarie, di arti e mestieri che, con grande orgoglio, le nostre comunità custodiscono gelosamente. I nostri tesori sono proprio questo.

Sono i saperi locali che hanno reso decisamente chiara l’appartenenza al proprio territorio, un’appartenenza marcata allora dall’indossare il proprio costume tipico, altre volte dalla forma dei dolci, altre volte ancora dal modo di intagliare il legno, altre volte dal modo di preparare il formaggio, più spesso dal comunicare “in limba”; insomma un laboratorio di originalità che oggi ci regala un tesoro che è la nostra vera ricchezza. 

Ecco Il Programma Completo dalla Locandina Autunno in Barbagia / Cortes Apertas 2012

SETTEMBRE / SEPTEMBER 2012
BITTI 7 - 8 - 9
OLIENA 14 - 15 - 16
AUSTIS 21 - 22 - 23
DORGALI 21 - 22 - 23
ORANI 28 - 29 - 30
ONANÍ 28 - 29 - 30

OTTOBRE / OCTOBER 2012
TONARA 5 - 6 - 7
LULA 5 - 6 - 7
MEANA SARDO 12 - 13 - 14
GAVOI/OLLOLAI 12 - 13 - 14
ORGOSOLO 19 - 20 - 21
SORGONO 19 - 20 - 21
BELVÍ 19 - 20 - 21
ARITZO 26 - 27 - 28
SARULE 26 - 27 - 28

NOVEMBRE / NOVEMBER

DESULO 2 - 3 - 4
MAMOIADA 2 - 3 - 4
OVODDA 9 - 10 - 11
LOLLOVE 9 - 10 - 11
NUORO 16 - 17 - 18
TIANA 16 - 17 - 18
OLZAI 23 - 24 - 25
ATZARA 23 - 24 - 25
GADONI 30
TETI 30

DICEMBRE / DECEMBER
GADONI 1 - 2
TETI 1 - 2
FONNI 7 - 8 - 9
ORUNE 14 - 15 - 16

http://www.aspenuoro.it/

Si può considerare il primo social “tutto sardo”. Si chiama Indoona, che in sardo vuol dire “tutto insieme”, la prima app che integra, da operatore delle telecomunicazioni, tutte le attuali esigenze di comunicazione: quella personale, quella sociale e la condivisione. Qualche settimana fa, Tiscali ha lanciato Indoona 2.0, la nuova versione dell’applicazione, partendo dal presupposto che le esigenze degli utenti sono definitivamente cambiate. Alla tradizionale esigenza di comunicazione “uno a uno”, che sempre di più passa dalla parola al testo e poi all’immagine e, infine, al video, si è aggiunta anche l’esigenza della comunicazione sociale e della condivisione con i messaggi non più personali ma estesi alla cerchia degli amici. Indoona su questo si differenzia dagli altri social; e lo fa già alle origini perché la piattaforma sviluppata interamente a Cagliari, nasce da smartphone (iphone e android) e si è estesa al web. Altre differenze: Indoona individua gli utenti non in base alla mail (come accade per gli altri social) ma al numero di telefono. A quel punto è possibile chiamare, videochiamare, mandare messaggi di testo, video, audio. Permette ancora di mandare post pubblici, in stile tweet, con trecento caratteri, o pubblicare un precedente messaggio privato. La prima versione di mobile voip ha avuto circa un milione di downloads e ha anticipato viber estendendo alla possibilità di chiamare e video chiamare anche tutta la messaggistica multimedia in pieno stile whatsapp. A quel punto Tiscali si è posta la possibilità di aggiungere caratteristiche nuove in un mercato dominato da Skype. E a quel punto la risposta è stata che nemmeno i grandi come Skype si stavano evolvendo secondo le nuove modalità social. L’applicazione italiana, sviluppata completamente da Tiscali a Cagliari, è stata premiata a Riccione in occasione dell’Apps Day 2012. Per quantoriguarda ibilanci, Tiscali nel primo semestre dell’anno, ha ridotto le perdite. La società presieduta da Renato Soru ha segnato un risultato netto negativo per 2,3milioni di euro al 30 giugno scorso rispetto al rosso di 17,4 milioni del primo semestre 2011. I ricavi consolidati sono stati 118,5 milioni di euro e il risultato operativo lordo è stato di 39 milioni con un aumento del 2,8%. «Nonostante i risultati presentati confermino l’efficacia dello sforzo compiuto dal management nella gestione operativa per mantenere performance adeguate alla situazione del gruppo – afferma Tiscali – il difficile contesto macro-economico e la situazione di mercato particolarmente sdante hanno portato ad aggiornare le previsioni di ricavo per l’anno 2012, stimato per un valore pari a 245milioni». 

Per maggiori info o per iscrivervi ad indoona http://www.indoona.com

Load More

CREATIVE COMMONS

Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione 4.0 Internazionale.

Ascoltaci con le nostre APP

Hai uno smartphone con Sistema Android o Apple e vuoi ascoltaci? Scarica Subito le nostre app da Google Play. E' Gratis!

Facebook

Pizzeria da Birillo