Il gioco è una passione di tantissimi cittadini: il gioco fisico inizia lentamente a cedere posto a quello digitale.

I motivi si intuiscono facilmente: uno smart, un tablet, una connessione la hanno 8 cittadini su 10, maggiore privacy e discrezione, possibilità di giocate minime sono le principali attrattive.

Da poco è stata pubblicata una importante analisi di mercato  dell’Adams Revenue Report ha messo in luce come negli ultimi 3 anni il gioco digitale sia cresciuto del 3,7%, questo in America, in Italia ancora i dati non sono molto noti ma gli investimenti delle società che si occupano d'azzardo sono così alti che fanno capire quanto il business possa essere realmente in espansione. Un esempio importante è quello degli investimenti della crescita di diffusione del codice promozionale Betfair.

 Aumenta nel nostro Paese anche la richiesta di concessioni al Monopolio per la presenza di nuove sale gioco e casinò digitali, il gioco online è ritenuto la nuova frontiera del gioco legale: massima tutela per il consumatore che attraverso una serie di servizi digitali viene garantito per l'investimento economico e per il tempo di gioco, sempre moderato e mai infinito, a dispetto di quanto spesso si pensa.

In rete le opzioni  sono parecchie e le società riescono a sviluppare nuovi giochi capaci di attirare pubblico differenziato.

In generale l'italiano medio gioca almeno un'ora a settimana, il giocatore medio è giovane under 40,  l'investimento è di circa 20 euro al mese. Il gioco digitale è per lo più uno svago e non un vizio, un momento di relax ludico. E' aumentata infatti la consapevolezza del rischio del dipendenza e chi si rivolge al gioco virtuale oltre ad essere già informato riesce a leggere e capire tutto ciò che nei siti viene inserito.

Le società che gestiscono gli spazi infatti investono molta parte nella formazione di un giocatore consapevole costruendo, affiancati alle room virtuali, spazi informativi interessanti.

In un recente report del Politecnico di Milano ad esempio viene illustrato come  gli italiani hanno speso circa 1 miliardo di euro all’interno dei portali di gioco e scommesse, secondo questa fonte ci sarebbe una crescita del +35% rispetto ai 12 mesi passati.

In Italia si apprezzano tutti i giochi d'azzardo digitale con maggior interesse verso i giochi legati allo sport ed è vero che il settore scommesse sportive digitali volano in modo importante in particolare quando in Italia si gioca il Campionato di Serie A. Altri sport su cui gli italiani puntano online sono quelli tradizionali. Capitolo a parte poi le slot ed altre applicazioni completamente digitalizzate che spesso si possono giocare anche tra amici o conoscenti.  Frontiere nuove e differenti che attirano proprio grazie al loro essere virtuale.


CREATIVE COMMONS

Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione 4.0 Internazionale.

Ascoltaci con le nostre APP

Hai uno smartphone con Sistema Android o Apple e vuoi ascoltaci? Scarica Subito le nostre app da Google Play. E' Gratis!

Facebook

Pizzeria da Birillo

Web radio: le nuove frontiere amplificate della radio in streaming

webradio

L'evoluzione di internet ha inciso notevolmente sui cambiamenti della vita in generale sotto qualsiasi punto di vista e aspetto della quotidianità, soprattutto nel campo della comunicazione, dove ha veicolato in maniera più rapida tutte le informazioni ampliando a dismisura il raggio del suo campo d'azione.

I canali di comunicazione classici, come tv, giornali e radio, hanno dapprima subito un duro contraccolpo, in quanto le persone (trasformate in utenti) hanno preferito la velocità delle nuove tecnologie relative alla piattaforme online, ma in un secondo momento (soprattutto negli ultimi anni), anche le tecnologie classiche di comunicazione si sono adeguate alla rete multimediale, sfruttando internet come onda di diffusione globale.

Non poteva essere altrimenti per il mondo della radio, che ha trovato su internet la sua dimensione ideale per una trasmissione a livello globale senza barriere. 

Dall'etere a internet: la radio sbarca sul web

Proprio grazie a internet il valore delle radio è stato rivalutato dagli utenti, infatti, chiunque abbia a disposizione una connessione, un pc o uno smartphone, ha la possibilità di scaricare le app di una web radio specifica, oppure rivolgersi a software che consentono di ascoltare radio classiche in streaming e web radio situate in tutto il mondo. 

La differenza principale è che le radio classiche, quelle che operano da più anni utilizzando le frequenze radiofoniche dell'etere, hanno raddoppiato gli ascolti offrendo anche l'opzione del web, invece le web radio, sono totalmente nuove ed è possibile ascoltarle solo su internet. 

Lo streaming radiofonico ha consentito alle radio di sbarcare sul web e di tornare a un livello di gradimento alto da parte degli utenti, non a caso, uno smartphone somiglia molto alle vecchie radioline per la sua maneggevolezza, in più è in grado di raggiungere una vastissima gamma di frequenze, attraverso app e software. 

Come funzionano le radio in streaming 

Il meccanismo è molto semplice, le frequenze vengono codificate e messe a disposizione dei supporti hardware che possiedono una connessione internet, di conseguenza si è avuto anche un incremento notevole di emittenti.

 Non solo è possibile seguire qualsiasi radio in qualunque parte del mondo, ma risulta estremamente semplice anche creare la propria web radio con costi irrisori e una diffusione internazionale, almeno in potenza. 

Principalmente le web radio sono suddivise in tre principali categorie: amatoriali, professionali e in store. 

Le web radio amatoriali 

Questo è proprio il caso a cui abbiamo accennato sopra, ossia le radio nate grazie alle app e le piattaforme che consentono di costruire la propria emittente. Nella maggior parte dei casi si tratta di registrazioni o playlist, sono radio che si rivolgono ad un pubblico di nicchia, agli amici più stretti e molto spesso sono anche intervallate da spot pubblicitari che le piattaforme obbligano ad inserire. 

Le web radio professionali 

In questo caso, il riferimento diretto è alle radio che trasmettevano via etere e che hanno ampliato il potenziale d'ascolto anche sul web. Sono definite professionali perché possiedono un vero e proprio organico (speaker, registi, fonici ecc.) e un palinsesto specifico. Possono suddividersi in radio nazionali o locali

Web radio in store 

Questa categoria di radio è creata appositamente da brand e si riferisce ad un pubblico specifico che ama il marchio. La sua funzione è quella di pubblicizzare l'azienda e sono del tutto simili alle radio professionali. In generale le web radio in store vengono create attraverso un procedimento misto fra le radio professionali e quelle amatoriali.