I Pannelli fotovoltaici rappresentano il metodo più semplice ed efficace per produrre energia elettrica verde, ovvero ecosostenibile, ricavata tramite la fonte di energia rinnovabile più importante del nostro pianeta: Il Sole. La luce solare, la pioggia, il vento, Il mare, la forza delle correnti dell’acqua, sono le risorse rinnovabili che vengono utilizzate come fonti di energia rinnovabile che vanno a produrre non solo l’energia elettrica, ma anche il riscaldamento o raffreddamento dell’acqua e dell’aria oppure i trasporti grazie a dei veicoli elettrici.

Questo tipo di energia è sempre più utilizzato sia da privati che aziende. Grazie agli incentivi Ecobonus del governo italiano è possibile procedere all’ installazione fotovoltaica residenziale avendo importanti detrazioni e contributi per la realizzazione e messa in opera dell’impianto sia in case indipendenti che in condomini residenziali con più abitazioni. Il super ecobonus del 110% previsto dal decreto bilancio del governo consiste in una detrazione divisa in 5 anni e cedibile anche a banche, assicurazioni o alla stessa impresa che realizza i lavori sotto forma di sconto in fattura, include tra i vari lavori per l’efficientamento energetico anche la stessa realizzazione di un sistema di produzione di energia elettrica tramite i pannelli solari.

Anche le attività commerciali ed imprese posso procedere avere diversi tipi di installazioni del fotovoltaico per aziende di varia dimensione e potenza in base alle proprie necessità. Per le imprese un impianto ad energia ecosostenibile rappresenta oltre ad una scelta ecologica, un forte aiuto in termine di riduzione nei costi per la competente energetica aziendale. Per comprendere il reale risparmio che si può ottenere da impianto solare esiste un simulatore che in base al costo standard della bolletta e la propria location è in grado di calcolare il risparmio annuo e configurare l’installazione. Si tratta del simulatore fotovoltaico in wekiwisolar, dove inserendo il consumo mensile viene calcolato il numero di pannelli di cui si ha bisogno nel dettaglio e i costi, risparmi, potenza installata, produzione annua, capacità batterie e tutte le informazioni di cui si necessita, grazie ad un assistente virtuale avanzato che permette di configurare l’installazione a proprio piacimento.

Per tutti gli amanti del risparmio e della natura, è il momento giusto per scegliere questo cambiamento di vita. Inoltre, l'installazione di un buon impianto fotovoltaico ad energia solare oltre ad essere un ottimo investimento è un elemento determinante per l'innalzamento della classe energetica dell'edificio su cui viene installato.

Oggi una casa può diventare green non soltanto visivamente con un bel prato verde ma anche con un importante progetto ecosostenibile installando impianti e sistemi fotovoltaici che aumentano il prestigio ed il valore economico dell’abitazione.

Il settore della pubblicità ha subito diversi cambiamenti nel corso degli anni e i classici strumenti di comunicazione sono stati modernizzati grazie alle nuove tecnologie che permettono di migliorare la comunicazione con il pubblico e diminuire al tempo stesso i costi di gestione.

Si diffondono sempre di più i tabelloni elettronici pubblicitari sia da indoor che outdoor, considerati come un mezzo di comunicazione innovativo, dinamico e ottimo per l’intrattenimento.

I tabelloni elettronici pubblicitari sono dei dispositivi pubblicitari high tech luminosi che veicolano i messaggi di brand e campagne pubblicitarie e si basano sulla tecnologia LED a tre colori RGB, ottima per riprodurre qualsiasi tipologia di immagine o video.

Questi tabelloni elettronici sono utilizzati principalmente per pubblicizzare beni e servizi, fornire informazioni o annunciare delle promozioni speciali. A differenza dei classici cartelloni pubblicitari, un solo tabellone led può riprodurre tanti e diversi contenuti visivi a rotazione e permette di ridurre i costi legati all’affissione e installazione. 

Tabelloni pubblicitari elettronici: caratteristiche e vantaggi

Tra le principali caratteristiche dei tabelloni pubblicitari led troviamo la visibilità in qualsiasi condizione climatica e ambientazione. Grazie alla tecnologia LED, infatti, le immagini riprodotte sui tabelloni pubblicitari elettronici possono essere visti sia di giorno che di notte, con luce solare diretta e anche con la pioggia. 

Grazie alle loro dimensioni possono essere visti dal pubblico anche a grandi distanze e l’utilizzo della tecnica del pixel pitch permette ai visitatori di guardare il contenuto visivo in alta definizione anche a distanze ravvicinate.

Vista la moltitudine di ambiti in cui è possibile utilizzare il tabellone elettronico pubblicitario, i moduli LED che costituiscono i tabelloni sono indipendenti e possono essere assemblati tra di loro. I moduli possono essere quadrati o rettangolari, ospitano lampade LED, cablaggio e la parte elettronica protetta da alluminio.

In base alle richieste specifiche richieste di un cliente riguardo l’utilizzo dei tabelloni pubblicitari elettronici, è possibile utilizzare i moduli LED di dimensioni standard, e assemblarli per realizzare scenografie differenti, in diverse forme e configurazioni.

I tabelloni elettronici possono essere gestiti direttamente da un computer e a distanza, questo permette di risparmiare tempo e diminuire i costi legati alla stampa e all’affissione della pubblicità. 

Costi tabelloni pubblicitari elettronici

Calcolare il costo di un tabellone pubblicitario elettronico non è semplice, perché le tipologie disponibili sul mercato sono tante e realizzate da marchi differenti.

Il costo varia in base a numerosi elementi tra cui il passo o interasse, ovvero la distanza tra i pixel e il numero di pixel presenti, in base alla posizione interna o esterna del cartellone pubblicitario e in base alla dimensione del tabellone led.

Ogni pannello led con un elevato numero di pixel e di grandi dimensioni può costare anche più di 1000 euro al mq, mentre un tabellone pubblicitario elettronico con una risoluzione inferiore può essere acquistato a meno di 500 euro a metro quadrato.

Anche il luogo di produzione dei tabelloni pubblicitari è una variabile da valutare attentamente durante un preventivo, ad esempio i tabelloni pubblicitari LED prodotti in America o in Giappone hanno un costo molto elevato.

Altri elementi che incidono fortemente sul costo sono i componenti elettronici di controllo, la parte hardware e software e gli alimentatori. Questi elementi sono fondamentali per il corretto funzionamento di un tabellone elettronico pubblicitario e, insieme ai servizi di trasporto ed installazione, possono far aumentare i costi di acquisto o noleggio di un tabellone pubblicitario led.

Le nuove frontiere dell’intrattenimento, si sa, sono la realtà virtuale e la realtà aumentata. Complice il costo dei visori, che negli ultimi anni sta calando vertiginosamente, sempre più amanti della tecnologia hanno deciso di sperimentare con queste nuove forme di divertimento virtuale. Con alcune app è oggi possibile addirittura “viaggiare” in realtà virtuale, e visitare posti nuovi dal comfort di casa propria solamente indossando uno speciale visore.

Ecco come AR e VR stanno cambiando il mondo dell’intrattenimento domestico.

Il mondo del gaming e quello di AR e VR

Senza dubbio, realtà virtuale e realtà aumentata avranno un impatto notevole sul futuro dei videogiochi e degli esport. Per quanto riguarda la realtà aumentata, il cambiamento sta già avvenendo: nell'estate del 2016, il gioco per smartphone in realtà aumentata Pokémon Go divenne un tormentone. 

Non a caso, il futuro della realtà aumentata pare essere legato imprescindibilmente a quello dei videogiochi da smartphone. Non solo Google e Apple stanno investendo in nuove tecnologie AR, ma una ricerca ha rivelato che la maggioranza dei gamer che ha provato la realtà aumentata lo ha fatto proprio da cellulare. 

Mentre alcune app di uso quotidiano come Google Maps si stanno già attrezzando per ospitare nuove tecnologie AR, tutto lascia intuire che il vero successo della realtà aumentata sarà nel mondo del gaming. Il 79% degli americani che hanno utilizzato l’AR almeno una volta nella vita lo hanno fatto per giocare ai videogiochi.

Per quanto riguarda la VR, sappiamo tutti che ad oggi la tecnologia non è sufficientemente sviluppata per dare origine alle esperienze completamente immersive che vediamo nei film di fantascienza. Tuttavia, i videogiochi VR stanno diventando sempre più popolari: per esempio, il dispositivo PlayStation VR, che ha debuttato sul mercato nel 2016, è oggi compatibile con oltre 500 giochi, tra cui alcuni dei titoli più amati dai gamer, come “No Man’s Sky”, “L.A. Noire” e “Beat Saber”.

Sappiamo che nel 2020 uscirà il gioco “Iron Man VR” per PlayStation VR, il quale, grazie alla popolarità dei supereroi della Marvel, potrebbe far impennare le vendite del dispositivo della Sony e, di conseguenza, la popolarità della realtà virtuale. 

Dall’altro lato, ci sono diversi motivi per cui, allo stato attuale delle cose, i giochi in VR sono ancora un prodotto di nicchia e faticano a diventare mainstream. In primis, i gamer sono ormai abituati a passare ore e ore davanti alle loro amate console. Non a caso, spesso i giochi più amati sono proprio quelli con una trama complessa che viene rivelata poco a poco durante le varie fasi del gioco.

Tutto questo non è possibile con la realtà virtuale, che costringe i giocatori a passare meno tempo davanti allo schermo e, di conseguenza, i produttori a creare giochi più brevi con trame meno complesse. Infatti, l’utilizzo prolungato di occhiali VR può causare nausea e malessere.

In secondo luogo, la VR richiede computer con una potenza superiore alla norma e, di conseguenza, molto più costosi dei portatili che quasi tutti gli utenti possiedono. Anche i fan più incalliti dei videogiochi online, che spesso hanno PC fissi con schede grafiche super potenti dedicate specificamente al gaming, potrebbero non essere equipaggiati a sufficienza per i giochi in realtà virtuale. 

L’unico dispositivo che permette di giocare in VR senza necessariamente avere un computer ultra potente, al momento, è Playstation VR, compatibile con PS4. 

La realtà virtuale e il cinema

Anche il mondo della TV e del cinema sta iniziando a sperimentare con la realtà virtuale per proporre forme di intrattenimento sempre nuove. Le Olimpiadi di Rio 2016 sono state le prime ad essere trasmesse anche in realtà virtuale, in uno speciale formato a 360 gradi da vedere con gli appositi visori. Ma non solo: anche altre discipline sportive, come il ciclismo e la pallavolo, hanno scelto questa nuova tecnologia per trasmettere le gare in diretta, soprattutto sulla famosa pay TV Sky. 

Persino National Geographic ha ceduto al fascino della VR, realizzando diversi documentari a 360 gradi. Per quanto riguarda il cinema, registi hollywoodiani illustri come Steven Spielberg e Ridley Scott hanno già firmato cortometraggi e lungometraggi in VR.

 

 

 

Vorresti essere libero di suonare, cantare e fare la tua musica senza curarti dei vicini e del volume troppo alto?
Da oggi puoi!
Scegli Sorgedil e potrai godere di una perfetta stanza insonorizzata per musica!
Grazie alle nostre soluzioni di isolamento acustico, potrai disporre di una stanza insonorizzata che sarà adatta ad ogni strumento e ad ogni contesto.

Realizzazione del box insonorizzato per musica

La nuova stanza insonorizzata sarà separata dalle altre camere grazie all'impiego di materiali fonoassorbenti e fonoisolanti.
Nel box insonorizzato sarà necessaria la presenza di tutte le superfici trattate acusticamente: soffitto insonorizzato autoportante, isolanti acustici per le pareti ed una porta antirumore.
Se nella stanza ci sono delle finestre, anch'esse dovranno essere isolate acusticamente.

Che aspetto avrà il box insonorizzate per musica e musicisti una volta completato?

L'aspetto della stanza non andrà a cambiare di molto.
Le porte saranno sempre nella stessa posizione ma saranno insonorizzate, così come le prese elettriche, gli impianti e il sistema di riscaldamento o condizionamento, che saranno sempre gli stessi.
Le dimensioni saranno ridotte perché i materiali acustici e le strutture di cartongesso andranno a ridurre il volume su ogni lato della stanza, garantendo cosi il massimo abbattimento acustico.

SORGEDIL: box insonorizzati solo su misura

Per definire tutti gli interventi necessari per la realizzazione del box insonorizzato per musica e poter ottenere un risultato ottimale, un nostro tecnico si occuperà di effettuare delle verifiche acustiche e andrà ad utilizzare degli strumenti appositi con cui potrà testare la tenuta e l'isolamento acustico delle strutture murarie originali.
In base a questo Sorgedil stilerà un progetto specifico di insonorizzazione che non comporterà alcun spreco di tempo, soldi e materiale.

Progettazione del box insonorizzato pe musica e musicisti

Una volta scelta la stanza che vogliamo trasformare in un box insonorizzato per cantare o fare musica, dobbiamo assicurarci della qualità del suono di quel locale.
Sorgedil si occupa poi del materiale che acquista solamente da fornitori di altissima qualità, scegliendo pannelli fonoisolanti e fonoassorbenti che siano atossici ed al tempo stesso ignifughi.
Il progetto finale si avvarrà di un utilizzo combinato di vari materiali, che insieme andranno a conferire l'effetto isolante a tutte le pareti, soffitti e pavimenti.
Vengono realizzate anche delle finiture per attuare una correzione acustica se necessaria.

Quali sono i risultati ottenuti dall'isolamento acustico per la musica?

I risultati variano in base allo strumento che si decide di suonare e dal volume a cui lo suoniamo.
Per qualsiasi strumento, l'insonorizzazione definita standard ha ottimi risultati tranne per quanto riguarda l'uso della batteria o del pianoforte, che richiedono un materiale fonoisolante più spesso ed una pedana antivibrante per il pavimento.

Grazie a Sorgedil potrai cantare, suonare e registrare in piena libertà

Una cabina insonorizzata per cantare o registrare, è la soluzione migliore, in quanto va ad attenuare l'intensità dei suoni percepiti all'esterno ma ne aumenta la qualità del suono all'interno della stessa.

Quanto costa realizzare un box insonorizzato?

I costi di un box insonorizzato vengono calcolati tramite preventivo personalizzati, dopo una precisa valutazione degli ambienti.
È possibile ottenere prezzi per ogni combinazione o che variano in base alle esigenze personali richieste.

Insonorizzare sala prove per musica e musicisti

Per realizzare una box insonorizzato per musicisti, vanno prima valutati gli ambienti che abbiamo deciso di insonorizzare, e questo al fine di evitare disguidi con il vicinato.
Nel caso la sala prove sia usata a scopo privato, va sempre rispettato il limite di normale tollerabilità di massimo 3dB di incremento del rumore già esistente, mentre se la sala è ad uso professionale, vanno osservate le norme comunali e di zona.
È utile utilizzare delle intercapedini che genereranno una sorta di piccola stanza nella stanza da insonorizzare, in quanto si andrà ad aumentare l'isolamento acustico generale.

Se non si dispone di uno studio di registrazione, bisognerà esaminare attentamente l'acustica interna, andando ad utilizzare dei prodotti che consentano una buona flessibilità e siano al tempo stesso economici.

Perché scegliere Sorgedil per realizzare una cabina insonorizzata per musicisti

La ditta Sorgedil ha anni di esperienza nel settore dell’isolamento acustico e dell’insonorizzazione; ed è famosa per la qualità ed i risultati dei suoi interventi.

Se decidiamo di insonorizzare da soli una stanza, rischiamo di ottenere un esito controproducente, in quanto possiamo incappare in materiali scadenti e attuare delle pose non ben definite.

Sorgedil si contraddistingue per la precisione dei suoi interventi e per la scelta dei materiali di qualità migliore presenti sul mercato.
Inoltre è possibile fino al 31 dicembre 2020, ricevere una detrazione fiscale pari al 50% dell'importo speso in quanto l'isolamento acustico rientra nei lavori atti al recupero del patrimonio edilizio.
Vi è la possibilità di pagare il tutto in 12 piccole rate mensili senza interessi aggiuntivi, e per farlo dovrai esibire solamente il bancomat, carta d'identità e codice fiscale.

Sorgedil è la ditta numero uno in Italia per quanto riguarda l'isolamento acustico in caso di speaker, sax, batteria, pianoforte, canto, musica e registrazione.

Quali sono le tendenze maggiormente significative nel campo dell’intrattenimento durante questo 2020? Sicuramente la crescita degli ultimi anni è stata maggiormente legata a internet, videogames, smart tv e radio. Nel corso degli ultimi cinque anni si è passati da 29,6 miliardi di euro ai 36,2 del 2019, e si prevede un ulteriore incremento per il 2020, che essendo già arrivato a metà può essere considerato per i dati relativi al primo e al secondo trimestre.

L’ingresso di Disney Plus nell’offerta dello streaming europeo

Una delle più significative novità per il mercato italiano è rappresentata dal lancio della piattaforma di contenuti in streaming di Disney Plus. La piattaforma, di proprietà della The Walt Disney Company, è arrivata sul mercato europeo e italiano, a partire dallo scorso 24 marzo, raccogliendo già buoni numeri in termini di utenti che hanno sottoscritto un abbonamento. Si tratta di una piattaforma di streaming che di fatto va ad arricchire il settore delle smart tv e dei canali di streaming, proponendo prodotti di altissimo livello come le saghe di Star Wars, l’intero Universo Marvel, i documentari del National Geographic e naturalmente tutta la linea Disney, Pixar inclusa. Qualcosa di nuovo che quindi ha costretto anche i vari competitor come Prime Video di casa Amazon, Infinity e soprattutto Netflix, piattaforma finora leader del settore, ad alzare ulteriormente l’asticella dell’offerta per rimanere in scia e proporre il miglior servizio on demand di film, documentari e serie tv. Queste piattaforme consentono agli utenti vari metodi di pagamento, l’abbonamento a Disney Plus ad esempio può essere pagato sia con carta di credito che con Paypal, il pagamento è ricorrente e l’addebito avviene su base mensile.

Il 2020 è l’anno della Playstation 5

Tra le tendenze digitali che stanno caratterizzando il 2020, oltre alle piattaforme di streaming e ai canali di video on demand, troviamo naturalmente il settore dei videogames, in fibrillazione per via del nuovo lancio della Playstation 5. La Sony ha infatti ufficializzato l’uscita di questo modello, non un semplice upgrade rispetto a Ps4, ma una vera e propria rivoluzione digitale in atto. Videogames e giochi online, rappresentano infatti la vera tendenza del 2020, molto più rispetto a cinema, film e serie tv, per via del fatto che interessano un pubblico maggiormente coinvolto a livello attivo nel contesto dell’intrattenimento. Il gioco infatti si basa su un tipo di utenza diversa, visto che non è un pubblico passivo, ma interattivo e dinamico che spesso ha una conoscenza dei prodotti molto alta. I giochi della Playstation possono essere comprati online inserendo nelle impostazioni il metodo di pagamento: carta di credito o Paypal in modo da poter accedere al ricco catalogo di giochi e upgrade disponibili nello store.   

Altre forme di intrattenimento in voga durante il 2020

In termini di trend è importante ricordare come il 2020 sia stato salutato come l’anno di massima espansione per i contenuti video, che rappresenta oltre il 43% della proposta in termini di digital trends per media e intrattenimento. In questo contesto spiccano quindi gli eSport, sport elettronici, i videogames di diversi generi e categorie, il circuito del gioco legato al gambling online. Quando entriamo nel campo del gioco online, uno degli argomenti fondamentali è legato al campo della sicurezza digitale, in termini di dati sensibili e di metodi per effettuare l’accesso ai proprio conti online.Puoi usare diversi metodi di pagamento su casino.com che ti garantiscono la necessaria sicurezza attraverso un elaborato sistema di crittografia, per proteggere i tuoi dati sensibili. Il tema della sicurezza informatica, visto l’utilizzo che quotidianamente svolgiamo attraverso dispositivi mobili e altre tipologie di device, è sempre più attuale, al fine di garantire all’utente il massimo dell’efficienza in questo specifico campo operativo.

Questo tipo di discorso vale sia per il gioco online con i casinò digitali, sia per la creazione di account legati ad altri ambiti, come appunto i servizi di streaming con le smart tv e ogni altro tipo di accesso a internet, dove è necessario inserire i propri dati personali. Le cose sono molto cambiate rispetto a qualche anno fa, quando bucare l’account di un utente era molto più semplice, mentre oggi il sistema di sicurezza è migliorato in maniera esponenziale.

Il gioco online è una realtà ormai molto diffusa fra tutte le fasce di età e per questo motivo è sempre più indispensabile tenere in forte considerazione l’aspetto della sicurezza.

Infatti gli utenti che si avvicinano ai casinò online italiani sono sempre più giovani ed è bene che esistano precisi standard che garantiscano un divertimento in piena sicurezza, senza incentivare la ludopatia e rimanendo nell’ambito del divertimento e dello svago. 

Azienda delle Dogane e dei Monopoli

Proprio per questo motivo è necessario che ci siano regole precise e buone modalità comportamentali da parte dei provider.

Uno degli aspetti più importanti è ovviamente la trasparenza delle informazioni nei confronti dell’utente, che deve sempre essere consapevole del fatto che si stia giocando con soldi veri e che quindi eventuali perdite saranno concretamente pecuniarie. 

È quindi a tale scopo che è stata istituita l’Azienda delle Dogane e dei Monopoli (ADM).

L’ADM è un ente pubblico non economico atto a controllare in modo costante e verificare le attività di gioco e scommesse online, con il preciso scopo di identificare siti illeciti e fuori legge, salvaguardando sia i giocatori che i provider che operano con professionalità. 

L’ADM opera in qualità di supervisore sui nuovi siti di scommesse e definisce i criteri di legalità. In caso di mancato rispetto delle regole e degli standard l’ADM può eliminare e multare i siti incriminati.

Sicurezza garantita

Nella scelta dei siti di casinò online italiani è quindi indispensabile verificare sempre la presenza del logo ADM per essere certi della legalità del sito stesso e per essere certi di avere importanti garanzie: per esempio il rispetto totale della privacy del giocatore, evitando che i dati forniti dagli utenti vengano venduti a terzi, o anche il payout minimo, che deve sempre essere pari almeno al 90%.

Rischi in assenza del logo ADM

In presenza di un sito di casinò online italiano illegale che non riporti il logo dell’ADM scatteranno sanzioni sia per il sito incriminato sia per l’utente che non ha prestato sufficiente attenzione agli standard di sicurezza per il gioco di azzardo. 

L’utente rischia chiaramente di perdere somme di denaro, talvolta anche ingenti: una volta chiuso il sito eventuali vincite o depositi verranno azzerati e quindi persi per sempre. Sono previsti anche provvedimenti penali, con il carcere fino a 3 mesi e multe fino a 516€.

Conclusioni

I siti di casinò online italiani sono molto più sicuri oggi che in passato, visti i maggiori controlli e viste le numerose tutele nei confronti dei giocatori.

Tuttavia una buona parte della tutela della sicurezza dei giocatori online deve essere data da una buona cultura in termini di rischi e di modalità sicure di gioco. 

È molto importante che le scelte di gioco siano sempre fatte in modo consapevole e secondo corretti criteri di coscienza e nel rispetto delle leggi e delle regole, limitandosi al solo ambito dello svago e del divertimento.

Ci siamo, finalmente arriva l'estate e, se pur leggermente diversa dal solito per la questione sanitaria degli ultimi mesi, la bella stagione porterà con sé le vacanze, i giorni passati in spiaggia e indubbiamente i martellanti tormentoni musicali che ci accompagneranno fino all'autunno. Ma scrivere una hit di successo è una questione di fortuna oppure esiste una formula segreta per arrivare sistematicamente al successo?

A cercare di dare una risposta a questa domanda ci ha provato il casinó online di Betway che ha realizzato un interessantissimo articolo con infografica interattiva ed internazionale che elenca molti dati davvero interessanti.  Scopriamo così dunque che se in parte, una hit può essere globale, ci sono dei parametri che possono variare il loro gradimento a seconda della nazione presa in considerazione.

In primis scopriamo che in italia, la hit di maggior successo degli ultimi anni è stata Waka Waka di Shakira, in testa alle classifiche per ben 16 settimane consecutive. La bella colombiana precede il super tormentone Despacito (14 settimane al numero 1) che a sua volta guarda dall'alto Bailando di Enrique Iglesias (13 classifiche consecutive in prima posizione).

Oltre ad essere tutte e tre canzoni latino americane (se pur con qualche altra contaminazione di genere), quali sono gli elementi che hanno in comune questi tre evergreen? Il parametro più contiguo è quello della ballabilità, quanto un brano sia adatto ad essere ballato. Da uno a centro, le tre hit vanno da 65 (Despacito) a 77 (Waka Waka): nel mezzo Bailando a 72.

Valori non troppo distanti neppure sul fronte "Energia", in pratica  una misura percettiva dell'intensità della canzone stessa. Anche in questo caso è al top Shakira con 87 seguita da Luis Fonsi (80) ed Iglesias (78). I numeri si modificano molto di più invece, prendendo in considerazione i battiti al minuto di ogni canzone, noti anche con l'acronimo di BPM. Qui Waka Waka è molto più su rispetto alla concorrenza con 122 mentre Bailando (91) e Despacito (89) sono molto ravvicinati.

Tutte e tre le canzoni infine utilizzano una scala differente con Shakira che "gira" in Si minore, Enrique Iglesias in Sol maggiore e Despacito in Re sempre maggiore.

Andando ad analizzare più canzoni emergono pure gli elementi più graditi dagli italiani e che possono favorire il successo di una hit nel nostro paese: la chiava da scegliere è il FA, il tempo migliore è 118 (simile a quello di Waka Waka), l'energia deve arrivare a 71 ed infine la ballabilità pari a 66 ovvero solo un punto sopra quella di Despacito.

Ma davvero basta utilizzare questi elementi, miscelarli assieme e qualsiasi compositore otterrà un tormentone estivo di sucesso? Ovviamente non è così, sarebbe fin troppo semplice, ma questi numeri e dati possono essere utilizzati come punto di partenza con la speranza che la nostra canzone entri poi nella programmazione di tutte le radio. Poi su Youtube per fare qualche milione di visualizzazione, servirà anche un video clip di impatto ma questo è un altro discorso che magari approfondiremo prossimamente con un nuovo articolo.

Load More

CREATIVE COMMONS

Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione 4.0 Internazionale.

Ascoltaci con le nostre APP

Hai uno smartphone con Sistema Android o Apple e vuoi ascoltaci? Scarica Subito le nostre app da Google Play. E' Gratis!

Facebook

Pizzeria da Birillo

L'importanza del sonoro nel gaming

La musica ha un valore fondamentale nella vita di ognuno: fa tornare il buonumore, permette di rilassarsi, di tirare fuori le proprie emozioni, di rivivere momenti importanti della propria vita. Non a caso, le colonne sonore giocano un ruolo essenziale anche nel cinema, in quanto capaci di coinvolgere lo spettatore anche dal punto di vista emotivo, rendendo ancor più memorabili i principali accadimenti della trama. Fin dai primissimi anni del nuovo millennio, lo stesso avviene anche per il mondo del gaming. Ma quanto è importante la musica in questo settore?

Gaming ed elementi sonori

Il gaming non è fatto solo di immagini e di gameplay, ma anche di elementi che passano spesso in secondo piano agli occhi e alle orecchie dei meno esperti: il sound design e le musiche. Per capire quanto la componente sonora sia fondamentale anche all’interno di questo tipo di prodotti di intrattenimento è sufficiente pensare a saghe di videogiochi come Final Fantasy, le cui musiche rientrano tra le più belle del mondo del gaming. Tra le più famose, riportate nella classifica personale di Gamempire, rientrano per esempio First Love, uno dei brani d’amore più rappresentativi della cantante Hikaru Utada, e Tidus & Yuna’s Theme, tra i brani più romantici e tristi di Final Fantasy X, scritto da Nobuo Uematsu, Masashi Hamauzu e Junya Nakano. L’importanza della musica, però, non è riconosciuta solo in questo tipo di prodotti, caratterizzati da trame complesse e da animazioni di ultima generazione, ma anche nel mondo del gioco d’azzardo. Molti prodotti di intrattenimento recenti sono infatti ispirati a film e serie tv di grande successo e presentano di conseguenza una grande attenzione agli elementi sonori di contorno. Game of Thrones 15 linee, una delle slot machine presenti sulla piattaforma di intrattenimento Betway Casino, ha tra i suoi punti di forza proprio gli elementi sonori e le musiche, riprese direttamente dal telefilm di successo che per quasi un decennio ha tenuto incollati allo schermo milioni di persone. La maggior parte delle slot machine lanciate negli ultimi anni, inoltre, dimostra di essere particolarmente attenta al cosiddetto sound design, ovvero a tutti quelli elementi sonori che informano il giocatore di azioni ed eventi particolari. Come spiegato in un articolo di Everyeye, esempi di sound design possono essere il rumore dei passi, il fischio dei proiettili, lo scroscio della pioggia: tutti elementi che aggiungono informazioni sul contesto in cui il giocatore interagisce.

Chi lavora ai suoni e alle musiche?

I passi in avanti fatti nel mondo del gaming dagli anni ’60 a oggi sono davvero tanti: se i primi giochi erano completamente privi di suoni, oggi è addirittura impensabile immaginare un prodotto di intrattenimento senza alcun effetto sonoro di sottofondo. È anche per questo motivo che i giochi, per essere prodotti, necessitano oggi di più figure professionali e non possono pertanto essere ideati da un solo sviluppatore come avveniva diversi decenni fa. Al giorno d’oggi, in altre parole, sono necessarie competenze ben al di là della programmazione per creare un prodotto ben rifinito. In quest’ottica, molto importante è quindi la figura del sound designer, che si occupa proprio della gestione dei suoni all’interno dei videogiochi. Come raccontato in un’intervista a Matteo Stronati, sound designer di Riot, occuparsi di sound design richiede competenze ben specifiche, relative al mondo di ambienti interattivi come i videogiochi. L’audio di un gioco funziona in modo molto diverso rispetto a quello di un film: mentre nel film i principali momenti emotivi sono già noti in partenza, nei giochi questi sono da ricondursi ad azioni specifiche del giocatore, che non possono essere previste a livello temporale. Anche un suono semplice come quello dei passi, inoltre, può essere modellato in tantissimi modi a seconda del luogo e del terreno in cui cammina il personaggio. Oltre alla gestione dei suoni, che è appunto responsabilità dei sound designer, alla creazione di un videogioco collaborano anche i compositori, che si occupano delle musiche, e i voiceover designer, che si occupano di doppiaggio, affiancati da altre figure professionali di supporto.

La creazione di un videogioco è un lavoro di grande responsabilità e impegno: come in ogni prodotto di intrattenimento, la musica e gli elementi sonori ricoprono un ruolo di fondamentale importanza, in quanto capaci di coinvolgere i giocatori e di sprigionare tutte quelle sensazioni che risiedono nella parte emotiva di ognuno di noi.