Una grande sfida per noi Cagliaritani quella di “Cagliari Capitale della Cultura”, una manifestazione di grande rilievo e importanza nel panorama culturale europeo.
Ma cos'è una Capitale della cultura? E quali sono i requisiti che una Capitale della Cultura deve acquisire?
La Capitale europea della Cultura è una città selezionata dall'Unione Europea che per un anno ha la possibilità di presentare e mostrare la propria cultura incrementando così la propria visibilità, turismo nel panorama europeo e così innovarsi; Questa manifestazione nasce nel 1985 e viene vista come mezzo e strumento per avvicinare le diversità e le differenti realtà europee.
La Capitale della Cultura per eccellenza verrà designata per le sue qualità e bellezze paesaggistiche e non solo, essa dovrà fornire un buon programma di lavoro e potenziamento della Capitale e dei suoi servizi e beni da realizzarsi nell'arco dell'anno di selezione di quest'ultima. Cagliari è infatti ad oggi impegnata in una serie di progetti innovativi sia a carattere culturale, innovativo e sociale non dimenticando il motto dell'Unione Europea “Uniti nella diversità”.
Per la nostra città è una grande occasione di rinnovamento culturale e incremento turistico che sfocerà senza dubbio in una rinascita anche dal lato economico.
Per il 2019 i Paesi selezionati sono l'Italia e la Bulgaria; Cagliari è stata selezionata dopo una scrematura di ben 21 città tra cui Genova, Lecce, Matera, Perugia-Assisi, Ravenna, Siena, Amalfi, Aosta, Bergamo, Pisa, Caserta, L'aquila, Mantova, Palermo, Ravenna, Siracusa, Taranto, Urbino e Venezia. Ad oggi le città Italiane rimaste sono Cagliari, Lecce, Matera, Perugia, Ravenna e Siena.
Ci stiamo preparando ad una città del futuro, una città integrata e sopratutto a misura di intercultura e cultura senza confini. Siamo pronti a tutto questo? Si. Perchè? Cagliari ha un forte bisogno di sperimentare e di cambiare, evolversi e diventare una forte attrazione per il turista più di quanto già non lo sia, avendo di per se un grande potenziale. Possiamo partire dal “reinventarci” pur lasciando le nostre preziose e tanto amate radici che ci legano a questa stupenda nostra terra, valorizzare perciò il nostro essere e la nostra cultura artistica, artisti emergenti e artisti che hanno scritto la nostra storia.

La fotografa canadese Lindsay Foster ha catturato il momento in cui due neopapà hanno abbracciato per la prima volta il loro bambino. Il piccolo Milo è nato il 27 giugno grazie ad una mamma surrogata che, come specifica l'autrice dello scatto, ha prestato l'utero ma non i suoi ovuli. Le immagini dei due genitori emozionati e commossi, a petto nudo per favorire il contatto 'pelle contro pelle' importante per il neonato, stanno facendo il giro del mondo. "Ognuno può avere la sua opinione - scrivono i due papà Bj Barone e Frankie Nelson sulla pagina Facebook della fotografa - ma questo è un momento di amore puro e incondizionato che rappresenta l'essenza del Pride. L'amore non ha colore, nè genere o preferenze sessuali".

immagine di Lindsay Foster 

All'interno del Presidio Ospedaliero di Is Mirrionis (SS.TRINITA'), chiunque può entrare ed uscire indisturbato: tra i drogati che si bucano nei sottoscala dei Reparti, tutto appare un'isola felice. Ecco il documento integrale che mostra con quale facilità è possibile entrare in casa ASL 8 ... Ci chiediamo a questo punto se anche dall'ingresso principale è Terra di Nessuno.

Ospedale SS.Trinità Cagliari, Zona Franca per i drogati... Durante il giorno, mattina e sera, (probabilmente la notte è pressochè impossibile dato che la guardia giurata della Sicurvis Vigilanza è in servizio c/o reparto Infettivi), decine di tossicodipendenti entrano ed escono dal cortile esterno del Presidio Ospedaliero... Accanto al "Maxillo Facciale" e Laboratorio Analisi, il fenomeno è allarmante... Siringhe ovunque.... Ciò che accade è sotto gli occhi di Tutti.... Nella Zona Franca ribattezzata "sottoscala del Buco del SS.Trinità"... ed è impossibile che dalla ASL 8 non sappiano nulla... Impossibile!.... Buona Visione.

{youtube}Ukw28j094QY|560|315|1{/youtube} 

Servizio giornalistico: Alessandro Congia

E' la nuova moda di facebook, Girare un video dove si balla il "Menea tu chapa" e nominare altri amici per fare lo stesso. "Menea tu chapa" cantato da Wilo D' New è un brano che in realtà risale a circa 1 anno fa ma si candida ad essere un tormentone dell'estate 2014. La catena del Menea tu chapa iSardegna sta letteralmente spopolando e chiunque crea una breve coreografia di questa canzoncina e nomina altre 3 persone che devono fare la stessa cosa. Questo fenomeno è diventato così virale che quasi tutti, su facebook, sono stati taggati dai propri amici per creare la coreografia. Alcuni si mascherano, altri improvvisano una coreografia di zumba, altri vanno completamente a caso, ma non importa! Ma cosa accade a chi non accetta di proporre la sua coreografia? La minaccia è sempre la stessa! " Se entro 24 ore non carichi il video mi devi offrire la cena!". Chissà che qualcuno non ne approfitti per invitare a cena qualche amico/a di vecchia data che non vede da tempo!. Intanto sul portale zumbacagliari è in corso una sfida per realizzare la coreografia migliore e verrà assegnato un premio per le 3 esibizioni migliori.

Video estratto da MauroLargiu.com

{youtube}rWyWYf-8PGM|560|315|1{/youtube} 

"Per come si presentava, non me lo sarei mai aspettata".

Torna a farsi vivo l'uomo misterioso che si aggira nei negozi dell'Hinterland cagliaritano a "comprare" senza pagare. Stavolta a farne le spese il negozio di Pasta Fresca e Dolci Sardi "Fior di dolci" di Monserrato. Nella mattina del 1 Maggio, un uomo brizzolato, di circa 40 anni, occhi chiari, ben vestito e con modi di fare gentili è riuscito a distrarre la titolare del negozio e portarsi via un vassoio di dolci e ravioli del valore di 38 euro, senza pagare. La descrizione, corrisponde all'uomo che,  in passato è andato via senza pagare, in alcune pizzerie di Sinnai. Secondo il racconto della titolare Valeria Locci e il figlio Pierandrea, il truffatore è entrato nell'attività di via del redentore esclamando "Non pensavo di trovarvi aperti, sai non sono di Monserrato, mi sono trasferito da poco, prima abitavo a Pula, complimenti per il negozio, i dolci bellissimi, la pulizia della vetrina, io osservo molto queste cose". Dopo aver scelto la merce da acquistare, l'uomo ha chiesto di pagare con il bancomat che al momento però non era disponibile. Quindi il 40 enne si è allontanato per recarsi a prelevare al bancomat più vicino, ma dopo un'ora si ripresenta nel negozio senza contanti. "Il postamat non dà carta, posso portarvi i soldi domani?, se volete vi lascio un documento, anch'io lavoro e quindi capisco". A questo punto Valeria e Pierandrea dopo uno sguardo titubante hanno dato fiducia all'uomo insospettabile e hanno concesso di ritare il pacco con la speranza di ricevere il pagamento nei giorni seguenti. "Non dava per niente nell'occhio, mi ha distratto con le chiacchere ed è andato via". Ad oggi nessuno è tornato a pagare, con l'amaro in bocca i titolari dell'attività si trovano a dover rimettere di tasca lo scontrino emesso e diffidare dai clienti che per qualsiasi ragione non hanno a disposizione i contanti.

Da oggi 30/04/2014 dalle ore 15.00 sino a fine manifestazione si entra gratis. L'ingresso gratuito sarà valido per tutti i giorni sino alla chiusura prevista per il 5 Maggio.

Il biglietto si pagherà soltanto domani, 1 maggio, e domenica 4 maggio, giorni in cui rimarrà la regola dell’ultima ora gratis: dalle 19.30 alle 20.30.

La Fiera della Sardegna - si legge nel comunicato diffuso questo pomeriggio - da sempre al fianco degli espositori, considerata la forte crisi economica in atto, ulteriormente aggravata dalle condizioni meteo avverse, che non hanno consentito una serena fruibilità dell’esposizione da parte dei visitatori, decide da oggi mercoledì 30 aprile l’estensione della fascia di gratuità per il pubblico dalle h.15 a fine manifestazione.

La Fiera come ogni anno si tiene a Cagliari fino al 5 maggio nel quartiere storico di viale Diaz.

Sei un DJ ed hai un tuo brano inedito?
Sei un produttore di musica Dance/Pop e non hai mai pubblicato una tua canzone?
Sei un talento in cerca di un'opportunità?


Se il talento esiste deve poter emergere. Serve anche una possibilità. Time, in collaborazione con Sounday, per dare ancora più valore ai suoi trent’anni e per sottolineare una storia che ha cambiato le regole della musica internazionale, ha deciso di concedere una chance al talento di un “Artista” ancora tutto da scoprire. Un “Artista” emergente che non abbia mai varcato le stanze del potere. Inviando un brano INTERAMENTE inedito POP, R’n’B, POP/DANCE, DANCE, HOUSE, DEEP, CLUB, EDM in lingua inglese, una sonorità in linea con quelle che caratterizzano Time e il successo diventa a portata di mano!
“YOURSONG” vuole darti la possibilità di diventare il volto del successo targato Time 2014.

La partecipazione al Contest è gratuita ed è aperta a tutti: produttori musicali, autori/compositori, artisti e cantanti,  ma anche a chi si vuole semplicemente mettere in gioco realizzando il proprio Sogno! Chiusura delle iscrizioni 1 maggio 2014!

Il Premio:
Un contratto discografico per la pubblicazione del tuo brano e la realizzazione di un Videoclip

Regolamento completo a questa pagina: http://www.soundaymusic.com/it/time30yearsyoursong

Load More

Ultime Trasmesse

Offerte di Lavoro in Sardegna

Offerte di Lavoro in Sardegna




Facebook


Ascoltaci con le nostre APP

Hai uno smartphone con Sistema Android o Apple e vuoi ascoltaci? Scarica Subito le nostre app da Google Play. E' Gratis!